Milan » Milan News » Milan, Saponara ammette: “Per giocare di più avrei dovuto pormi in maniera diversa”

Milan, Saponara ammette: “Per giocare di più avrei dovuto pormi in maniera diversa”

Saponara

Saponara

SAPONARA MILAN-Ricardo Saponara è stato intervistato da MilanNews.it per analizzare la propria situazione e quella del Milan:

Dopo la buona prestazione contro l’Atletico anche con la Samp si è visto un Milan più convinto, sta finalmente cambiando il vento?
“Credo che abbiamo fatto una buona prestazione contro una squadra che gioca bene. Se non avessimo fornito tale prestazione la Samp ci avrebbe messo in difficoltà. Inoltre stiamo lavorando tanto e bene, i frutti iniziano a vedersi. Però il percorso di crescita è solo all’inizio. Dobbiamo migliorare ancora in tante cose, sia come squadre che come singoli. Col passare del tempo giocheremo sempre meglio”.
Peccato per quel tiro al volo che ha sfiorato la traversa, altrimenti anche per te poteva essere una domenica memorabile…
“Constant mi ha dato un gran pallone, ho provato a metterla sul secondo palo, peccato perché potevo chiudere la partita. L’importante poi è che sia finita con la vittoria”.
Come ti stai trovando al Milan?
“Mi trovo davvero bene, purtroppo la prima parte ho avuto tanti infortuni, mentre ora mi sto allenando con continuità e ho ritrovato la forma e forza fisica. Ho lavorato tanto in questo mese e mi è stato ripagato con la partita da titolare a Genova. D’ora in poi sarà un crescendo”.
Avresti voluto giocare qualche partita in più?
“Non posso negare di aver desiderato di giocare di più. Però a mente lucida riconosco che non avevo messo il mister nelle condizioni di farmi giocare, perché non mi allenavo con continuità. Per il mister era difficile potermi schierare, Allegri non ha nessuna colpa, ha fatto le scelte che riteneva più giuste”.
E’ incredibile l’affetto dei tifosi nei tuoi confronti, anche a gennaio quando c’erano voci di mercato hanno tutti spinto perché rimanessi in rossonero…
“A gennaio era già stabilito con Galliani che non sarei partito perché sapevo di potermi riprendere e ritagliarmi dello spazio. Sono davvero contento per questo aspetto. Cercherò di lavorare e migliorarmi, per ripagare anche l’affetto dei tifosi che mi hanno sempre aspettato”.
Cosa è cambiato con mister Seedorf?
“Sono cambiati gli allenamenti, tante cose, credo però che il periodo negativo di inizio stagione dovesse passare in ogni caso. Non penso sia un problema da imputare solo ad Allegri, prima o poi doveva passare. Seedorf ha portato nuove idee che stiamo seguendo e ci porteranno molto lontano”.