Seedorf
Seedorf

MILAN PIANO SEEDORF – Due sfide importanti per il futuro del Milan in pochi giorni; sabato alle ore 18 i rossoneri sfidano l’Udinese, squadra che ha già fatto male a Seedorf e i suoi in Coppa Italia. Mercoledì prossimo, tra 7 giorni, c’è la sfida attesissima contro l’Atletico Madrid, una trasferta sentita e durissima, visto che per passare il turno in Champions c’è da ribaltare lo 0-1 dell’andata a firma Diego Costa.

L’idea di mister Seedorf è chiara e semplice: un doppio piano, ovvero un doppio schieramento, per affrontare al meglio le due sfide, senza affaticare i big e sovraccaricare coloro che già stasera avranno impegni internazionali delicati e molto lontani da Milano. A Udine il tecnico olandese lascerà fuori molti dei titolarissimi, a cominciare da Balotelli, passando per gli ancora acciaccati De Sciglio e Poli. Contro la squadra di Guidolin dovrebbero ritrovare spazio uomini come Birsa, Robinho e Constant, infortunati nelle ultime settimane, e saranno forzatamente titolari Montolivo e Muntari sulla mediana, vista la squalifica di entrambi in coppa.

A Madrid invece via con la formazione migliore e più equilibrata; Balotelli al centro dell’attacco supportato dal trio Poli-Kakà-Taarabt, che tanto bene si è mosso contro la Juventus domenica scorsa. Gli unici che dovrebbero affrontare la doppia fatica saranno Abbiati tra i pali e Rami in difesa, divenuto ormai un titolarissimo in quel reparto fino ad oggi ancora ballerino.

Fonte: Corriere dello Sport