Milan: quattro incognite pesano sul club rossonero

Berlusconi

Mentre tutte le altre big stanno programmando la prossima stagione, il Milan è alle prese con dubbi ed incertezze. Quatto sono le incognite più rilevanti.

1) SOCIETA’ – Nell’ultima assemblea dei soci è stata sancita la collaborazione tra Adriano Galliani e Barbara Berlusconi, ambedue amministratori delegati, dopo le tensioni degli scorsi mesi. Tuttavia non vi è certezza che tra i due non possano riemergere conflitti in futuro dopo che la figlia del presidente onorario del Milan aveva attaccato il modo netto e chiaro l’operato di Galliani.

2) DIRETTORE SPORTIVO – Ancora non è stato scelto il successore di Ariedo Braida. Sono stati fatti diversi nomi (Bigon, Galli, Sogliano e altri), ma evidentemente non è stato trovato un accordo e Galliani ha ancora il mercato tutto nelle sua mani. Inoltre della rete di osservatori richiesta da Barbara non vi è ancora traccia.

3) ALLENATORE – Non si sa ancora chi allenerà il Milan nella prossima stagione. Clarence Seedorf è in bilico ed il candidato principale a sostituirlo è Filippo Inzaghi. E’ un nodo da sciogliere molto presto per poter delineare meglio le strategie future.

4) GIOCATORI – Nell’organico rossoneri ci sarebbero alcuni elementi che premono per sapere chi sarà il loro prossimo tecnico, così da valutare se rimanere o meno. Kakà è indeciso, mentre Abbiati ed Emanuelson sono in scadenza di contratto. Dal prestito rientreranno diversi giocatori da piazzare sul mercato. Inoltre c’è la questione dei riscatti di Rami e Taarabt per i quali bisognerà trovare 14 milioni di euro complessivi.

Fonte: Tuttosport