Fininvest e Berlusconi smentiscono la cessione del Milan: la situazione

Berlusconi
Silvio Berlusconi

Nella mattinata di ieri si sono diffuse le voci di un’offerta da 500 milioni di euro da parte di Peter Lim, magnate di Singapore, per l’acquisto del 70% del Milan e di un forte interesse di Zong Quinghou, 2° uomo più ricco della Cina, per il club rossonero.
Nel corso della giornata è arrivata la secca smentita di Fininvest attraverso una nota ufficiale: «In merito a indiscrezioni riportate dalla stampa la Fininvest smentisce nuovamente ogni ipotesi di cessione del controllo del Milan».

In serata sono arrivate anche le dichiarazioni di Silvio Berlusconi, ospite nella trasmissione Porta a Porta su Rai Uno. Il conduttore Bruno Vespa ha chiesto: «È vero che vuole vendere il Milan per 500 milioni?». Risposta secca: «Il Milan non si vende e non vale 500 milioni». Ancora Vespa: «E quanto vale allora?». «Non lo so». «Ci dica una cifra: 510 milioni?». La chiusura di Silvio: «Non scherziamo sulle cose sacre».

La sensazione dunque è che l’attuale presidente onorario del Milan intenda mantenere la maggioranza del pacchetto azionario del club, ma per quote di minoranza c’è la possibilità di dialogo con eventuali investitori così come dichiarato da Barbara Berlusconi durante la conferenza stampa per la presentazione di Casa Milan, la nuova sede rossonera. Rimane da vedere se ci sono soggetti desiderosi di investire soldi nel Milan senza detenere la maggioranza e dunque con minor potere decisionale.

Redazione Milanlive.it