Zaccardo
Cristian Zaccardo

Cristian Zaccardo si trova a Milano Marittima con la famiglia ed è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport. In merito alla possibilità che sia Filippo Inzaghi, con il quale ha vinto il Mondiale del 2006 con la nazionale italiana, il suo prossimo allenatore al Milan si è così espresso: “Ci ho pensato ed ho sorriso. E’ una cosa curiosa, ma soprattutto sono curioso io di rapportarmi con Pippo che è sempre stato un amico anche fuori dal campo. Lui come allenatore ha una cura maniacale del particolare, è scrupoloso e meticoloso. Da quello che mi hanno detto i giovani della Primavera che ha allenato finora è molto bravo e portato per il ruolo. Poi ha una dote unica: conosce tutti i giocatori. Ce ne sono 400 in Serie A? Gliene nomini uno e lui ti dice tutto immediatamente. Ha la scheda di ogni giocatore. Mai visto uno così”.

Sul suo futuro ha dichiarato: “Sarei felice di restare al Milan. Mi trovo bene, nonostante tutto. Ho sempre detto che l’unica alternativa potrebbe essere riavvicinarmi a casa”. Sembra concreta l’ipotesi di un suo approdo al Sassuolo, club molto ambizioso.

Su Clarence Seedorf ha affermato: “Sicuramente per lui non è stato facile passare immediatamente dal campo alla panchina. Io non credo che riuscirei a farlo. Ma un giorno mi piacerebbe misurarmi con quel mondo“.

Zaccardo ha espresso un’opinione sui nuovi acquisti, Alex e Menez: “Mi soddisfano. Alex è un ottimo giocatore che può ricoprire vari ruoli, ma parte da regista della difesa. Menez pure. Ma io voglio spezzare una lancia a favore di El Shaarawy. Questo deve essere il suo anno, l’anno della sua riscossa. Dopo tanta sfortuna, se lo merita“.

Infine sul Mondiale degli azzurri: “Ci sono i nostri, confido in De Sciglio. E’ un gran giocatore che ha avuto qualche problema fisico, ma ora può ripartire forte“.

Redazione Milanlive.it