Ganz saluta Kakà: “Era il momento di andare”

Ganz
Ganz

Maurizio Ganz, ex attaccante che con il Milan ha vinto lo scudetto nel 1999, ha analizzato il momento dei rossoneri intervistato da Tuttomercatoweb.com: “Kakà ha dato tanto al Milan, è stato coraggioso a tornare, ha trovato un gruppo diverso rispetto a quello del suo primo arrivo. Il ritorno è stato positivo, anche a livello di immagine, ma soprattutto sul campo. Sono state stagioni difficili per il Milan dopo tutto, non era scontato decidere di tornare per dare una mano, ma lui l’ha fatto”.

Una scelta tecnica che ha un po’ sorpreso quella rossonera:
“Potrebbe essere un discorso economico o di altro genere, forse Inzaghi aveva un progetto tecnico diverso, bisognerebbe un po’ capire. A mio parere comunque questo era il momento giusto per andare, ci vogliono giocatore giovani e motivati. Il suo valore comunque non si discute”.

Ripartire dei giovani è la ricetta, Balotelli può esserne un ingrediente?
“Balotelli è un grande talento, ma la sua gestione è difficile, l’atteggiamento non è mai positivo da parte sua quindi è difficile farci affidamento. Il Milan deve studiare una strategia giusta, ripartire da giocatori con comportamenti positivi e di un certo tipo. La storia del Milan dice questo, ora vedremo cosa riuscirà a fare sul mercato, ci vogliono comunque giocatori tutti d’un pezzo, con caratteri ed atteggiamenti giusti”.

Per tuo figlio Simone Andrea c’è qualche novità alle porte?
“Non è stato un anno felicissimo per lui, ma è un ragazzo con qualità che si è conquistato tutto con sudore e senza rubare niente a nessuno. Mi auguro che possa trovare presto una squadra in grado di puntare su di lui presto. Parma? Se n’è parlato, sarebbe stata una situazione ideale vista la bravura di Donadoni nella gestione dei giovani e non solo, peccato”.