Inzaghi studia un Milan versatile: 4-4-2 come prima alternativa

Milanello
Milanello

Un Milan versatile e non legato principalmente al 4-3-3; questo vuole Inzaghi dalla sua squadra, tanto che negli ultimi allenamenti il tecnico rossonero ha provato anche delle alternative tattiche. Non discostandosi mai dalla difesa a quattro, l’ex bomber ha puntato su un classico 4-4-2, che come riferisce la Gazzetta dello Sport, porterebbe meno uomini in mezzo al campo ma più compattezza sulle fasce. L’idea è quella di spostare uno tra Menez e El Shaarawy come esterno di centrocampo, con Poli dall’altra parte, mentre in attacco sarebbero due i punti di riferimento centrali, ovvero Balotelli e Pazzini, esperimento mai provato da Seedorf. Convince meno il 4-2-3-1, poco amato a Milanello, anche per l’assenza di un trequartista centrale abile a giocare tra le linee.

Redazione MilanLive.it