Il Milan e gli spagnoli, storie di flop annunciati. Quattro iberici prima di Torres

Fernando Torres

Il Milan oggi chiuderà ufficialmente con Fernando Torres, con il quale ha trovato l’accordo su base biennale a 4 milioni netti all’anno. Un nome che sicuramente affascina quello dell’ex Liverpool, un tempo considerato bomber di altissimo livello, ed ora alla caccia di una rivalsa personale.

 

El Niño sarà il quinto calciatore spagnolo della storia rossonera, con la speranza che non segua le orme da ‘flop’ dei suoi predecessori. Il primo fu José Mari, bomber arrivato nel 2000 dall’Atletico Madrid, ma dopo una partenza lampo si eclissò tornando in poco tempo a calcare il terreno del Vicente Calderòn. Poi fu il turno di un altro attaccante sopravvalutato, Javi Moreno; non male con 27 presenze e 9 reti, ma non risultò all’altezza dell’investimento.

 

Più di recente il Milan ha avuto in rosa Didac Vilà (attualmente ancora sotto contratto), giovane terzino mancino di buone potenzialità ma mai inseritosi nel sistema calcistico nostrano, tanto da tornarsene spesso in prestito in Spagna. Infine Bojan Krkic, il talento prodigio del Barcellona, che si è acceso a sprazzi non meritandosi assolutamente la conferma a San Siro.

 

Redazione MilanLive.it