Montolivo: “Sto bene. Inzaghi mi ha colpito. Torres ha bisogno di tempo”

Riccardo Montolivo
Riccardo Montolivo

Riccardo Montolivo, presente a Milanello per il Fondazione Milan Charity Golf Challenge, ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Mi sento bene, l’osso comunque ha bisogno del suo tempo per guarire. I tempi sono quelli. Noi navighiamo a vista e vediamo come risponde di volta in volta la gamba agli stimoli che le diamo. Per il momento sta andando tutto nel migliore dei modi. A fine mese farò una visita che potrà darmi qualche informazione in più. Per adesso la gamba sta rispondendo bene. E’ stata durissima guardare il Mondiale da fuori. Ed è dura anche adesso vedere gli allenamenti qui a Milanello, adesso che comincio a sentirmi bene e che la data del rientro si avvicina. Ma quel che più conta è che vedo una squadra totalmente a disposizione del nostro allenatore. Conte? E’ venuto qui e abbiam parlato, ha voluto accertarsi delle mie condizioni ma io adesso devo pensare a recuperare la salute e il Milan, poi avrò il piacere e l’orgoglio di pensare alla Nazionale“.

 

Ha poi aggiunto: “Mi ha colpito molto la carica di Pippo Inzaghi. Ma quello che mi stupisce sono le sue idee, così chiare per un tecnico comunque giovane. Non ha nessuna titubanza e ha obiettivi chiari in testa. il primo punto del progetto di Inzaghi è stato quello del rispetto delle regole, del rispetto di tutte le persone che lavorano a Milanello e del rispetto fra noi in campo. Bisogna continuare così, questo è il primo passo per avere successo. Dobbiamo continuare a cercare di stupire, come domenica scorsa con la Lazio. Vedremo nei prossimi mesi se potremo parlare di obiettivi anche noi. Torres e Bonaventura? Ho visto i loro primi giorni, si sono messi entrambi a disposizione. Diamo loro il tempo per ambientarsi, soprattutto a Torres che viene da un Campionato estero. Credo comunque che la Società abbia operato bene sul mercato. Conte? Sia lui che la Nazionale italiana non possono essere messi in discussione, l’Italia ieri ha cominciato bene e chi ben comincia…“.

 

Fonte: acmilan.com