Milan-Juventus
Milan-Juventus

 Carlos Tevez mette k.o il Milan di Filippo Inzaghi, che dopo due vittorie consecutive conosce il sapore della prima sconfitta in campionato. Esulta Massimiliano Allegri. Il tecnico della Juventus ci teneva a vincere contro la sua ex squadra a San Siro di fronte a Silvio Berlusconi, quel presidente che non lo ha mai troppo amato ai tempi della sua avventura rossonera.

PRIMO TEMPO

I primi 20 minuti di partita sono abbastanza noiosi e con poche emozioni. L’unica conclusione degna di nota è di Pereyra al 7′, ma il pallone termina alto seppur di poco. La Juventus dal 20′ alza i ritmi e tiene il pallino del gioco, ma la prima grande occasione è del Milan al 27′. Cross di Muntari dalla trequarti, Honda svetta di testa su Chiellini e chiama Buffon ad un grande intervento.  La risposta dei bianconeri arriva al 31′ con un’ottima combinazione Pereyra-Llorente che obbliga Abbiati ad una grande chiusura sull’attaccante spagnolo. Pereyra ci prova da fuori area tre minuti dopo, ma il portiere rossonero si fa trovare pronto e respinge. Al 35′ Caceres non ce la fa e lascia il posto ad Ogbonna. Pochi istanti dopo altra occasione per la squadra di Allegri. Marchisio scodella un preciso pallone in area per lo smarcato Bonucci che di testa prova la spizzata senza inquadrare la porta. Lo stesso Marchisio al 38′ colpisce di sinistro un clamoroso palo ad Abbiati battuto. Il Milan è schiacciato ed ha difficoltà, ma al 40′ si rende pericoloso con Menez, abile a rubare palla a Bonucci, e ad involarsi verso la porta ma il suo potente tiro è respinto senza troppa fatica da Buffon. Al 45′ ci prova El Shaarawy dal limite, ma la sua conclusione è debole e centrale.

 

SECONDO TEMPO

Parte forte la Juventus che al 5′ con Llorente crea scompiglio in area milanista, ma Abate è bravissimo a chiudere. Il Milan si fa vedere all’11 con un tiro al volo di El Shaarawy, che però Chiellini devia in angolo. I bianconeri continuano a macinare gioco e occasioni. Pogba ci prova fa fuori al 14′ ma la conclusione viene deviata in corner. Un minuto dopo grande occasione per gli ospiti. Tevez batte a sorpresa un calcio d’angolo corto e rasoterra verso l’area, sul pallone si avventa Marchisio che calcia di prima intenzione e manca di poco il bersaglio. Contropiede rossonero al 20′, El Shaarawy serve bene Poli che però è sbilanciato, ma prova comunque il tiro che finisce fuori. Inzaghi toglie un impalpabile El Shaarawy e inserisce Bonaventura. Ma Tevez al 26′ gela il Milan con un gol facile facile dopo un grande assist di Pogba. A tu per tu con Abbiati l’Apache non sbaglia. Al 30′ entrano Vidal per Pereyra e Torres per Poli. Il Milan non riesce a farsi pericoloso, è sempre la Juve ad avere il pallino del gioco. Inzaghi si gioca la carta Pazzini per Honda al 38′. Gli assalti finali milanisti non servono per trovare il pareggio. Sorride Allegri.

 

Redazione Milanlive.it