Andrea Poli e Adil Rami
Andrea Poli e Adil Rami

Dopo la sconfitta di San Siro contro la Juventus ed il pareggio di Empoli, il Milan va alla caccia dei 3 punti sull’ostico campo del Cesena. Ma la squadra di Filippo Inzaghi non riesce ad andare oltre al pareggio per 1-1 al Manuzzi.

 

PRIMO TEMPO

Il Milan parte bene e nei primi minuti si rende pericoloso di testa prima con Zapata al 5′ e un minuto dopo con Torres, ma la difesa del Cesena si salva. Al 9′ ottima combinazione sulla fascia destra tra Honda e Abate che crossa in mezzo per Torres, il quale viene anticipato di un soffio da Volta. I padroni di casa passano in vantaggio a sorpresa al 10′. Tiro non irresistibile di Marilungo, Abbiati respinge male e Succi insacca con un semplice tap-in. La squadra di Inzaghi non molla e si fa vedere dalle parti di Leali al 18′ con una punizione di Honda che viene deviata dalla barriera e costringe il portiere romagnolo a compiere un grande intervento. Sugli sviluppi del corner calciato dallo stesso giapponese, Rami è bravo a superare il suo marcatore e colpire di testa regalando il pareggio il Milan. La partita la fanno i rossoneri, che riescono a costruire apprezzabili trame di gioco. Bonavenura smarcatosi in area da buona posizione calcia alto alla mezzora. Nell’occasione Torres si lamenta perché era da solo in mezzo. Cross teso di De Sciglio sul secondo palo, ma Torres di un soffio non ci arriva al 39′. Il Cesena si rifa vivo dalle parti di Abbiati allo scadere con un tiro a lato di Brienza dal limite dell’area.

 

 

SECONDO TEMPO

Il Milan comincia la ripresa sulla falsa riga del primo tempo, ma è il Cesena a farsi pericoloso per primo al 5′ con un tiro di Coppola che termina di pochissimo a lato. I rossoneri rispondono dopo tre minuti con De Sciglio, bravo ad accentrarsi e a concludere forte di destro ma Leali è bravo a respingere in corner. Ottima discesa del terzino rossonero al 19′, dopo una combinazione con Bonaventura arriva al cross per Torres che gira alto di testa. In questa fase di gioco i ragazzi di Inzaghi sono meno fluidi e precisi, così i romagnoli ripartono spesso in contropiede mettendo in difficoltà la retroguardia milanista. De Feudis ci prova dalla distanza al 20′, palla fuori. Al 26′ entrano Essien e Pazzini per Poli e Torres. Episodio chiave al 29′. Zapata viene espulso per fallo da ultimo uomo su Defrel. Il rimane in dieci. La punizione seguente di Brienza per fortuna termina alta. Inzaghi allora inserisce Alex al posto di Honda. Occasione per Pazzini che di testa però non schiaccia bene sul cross di Bonaventura al 37′. I ragazzi di Bisoli provano l’assalto nel finale, ma il match termina 1-1.

 

Redazione Milanlive.it