Paloschi
Paloschi

Si troveranno di fronte stasera quelli che potevano essere considerati fino a pochi anni fa il presente ed il futuro dell’attacco del Milan: Filippo Inzaghi, oggi allenatore rossonero, ospita a San Siro il Chievo di Alberto Paloschi, suo allievo qualche stagione fa negli spogliatoi di Milanello. Come riporta la Gazzetta dello Sport, Paloschi è cresciuto all’ombra di Super Pippo, suo idolo e grande amico, anche se le strade oggi si sono divise.

 

Parole al miele di Inzaghi per il giovane collega: “Alberto è un ottimo attaccante, un grande professionista. L’avrei tenuto volentieri al Milan, ma in quel momento avevamo ancora Balotelli e Matri. Gli auguro di fare tanti gol, ma a partire dalla prossima giornata“. Anche il giovane bomber clivense non nasconde l’affetto per l’amico: “Mi ha regalato la sua maglia della finale di Atene, per mesi ci ho dormito poi ho deciso di appenderla. Pippo è un mito, mi ha sempre spronato quando mi sono infortunato. Ricerca la perfezione, ero sicuro sarebbe diventato un buon allenatore“. Gli amici-nemici si ritroveranno stasera per un rendez-vous molto speciale.

 

Redazione MilanLive.it