Ibrahimovic
Ibrahimovic

Il nome di Alessio Cerci è solo l’ultimo di una lunga serie di calciatori contesi sull’asse Milan-Inter in termini di calciomercato. L’attaccante di Valmontone è al centro di una diatriba che in realtà porta con sé precedenti davvero importanti come ricorda oggi il Corriere dello Sport.

 

Uno dei primi duelli riguardò nel 1997 il difensore brasiliano André Cruz, che aveva raggiunto un accordo con l’Inter, ma fu il Milan a sorpresa a metterlo sotto contratto, dando in cambio ai nerazzurri per ‘scusarsi’ l’esterno Moriero. In tempi più recenti è ancora viva la ferita Pato: il Milan lo stava cedendo al Psg e con i soldi incassati sarebbe andato a chiudere con il City per Tevez. Si intromise il club di Moratti che mandò a monte tutta l’operazione, ed oggi Pato è nel dimenticatoio mentre l’Apache è leader dei rivali juventini.

 

C’è il caos Suazo, annunciato nell’estate 2007 come colpo del Milan ma acquistato con una strategia controversa dall’Inter. Un anno prima il duello si era volto verso Zlatan Ibrahimovic, con i nerazzurri che bruciarono in extremis la concorrenza del Diavolo per lo svedese in uscita dalla Juve. Infine l’ultimo scontro di mercat riguarda il fotofinish della scorsa sessione estiva, quando l’Inter rinunciò a sorpresa a Bonaventura, praticamente preso dall’Atalanta. A un’ora dal gong si presentò il Milan, abile e rapido a portarselo a Milanello.

 

Redazione MilanLive.it