Riccardo Montolivo (Getty Images)
Riccardo Montolivo (Getty Images)

Riccardo Montolivo da Dubai ha rilasciato alcune dichiarazioni: “C’ è sempre grande affetto da parte della gente, non mi aspettavo così tanto. E’ bello e gratificante e ti fa capire l’importanza di questo club a livello mondiale. C’ è tanta voglia di dare un grande spettacolo a tutti gli spettatori nella partita di domani contro il Real. E’ un amichevole ma sarà una partita vera loro sono favoriti, ma per noi sarà importante“.

 

Ha poi così proseguito: “Noi dobbiamo fare questa partita nell’ottica del campionato e cercare di attaccare subito la spina dopo le vacanze di natale per cercare di arrivare il più pronti possibili alla partita contro il Sassuolo, che per noi è davvero importante. Ho trovato bene la squadra al rientro perché c’ era tanta voglia di non interrompere il momento positivo che abbiamo avuto prima di natale e abbiamo la carica per riprendere la stessa marcia“.

 

Sempre sulla sfida Milan-Real Madrid si è così espresso: “Si affrontano domani le due squadre che hanno vinto di più la Champions e quindi proprio per questo non può essere un amichevole e perciò il nostro obiettivo è di tornare l’anno prossimo nella competizione più importante”.

 

Il capitano rossonero ha continuato: “Per tornare ai livelli di qualche anno fa ci vuole un po’ di tempo perché è una squadra in costruzione. Il nostro obiettivo è quello di tornare nelle prime tre posizioni non sarà facile perché ci sono tante concorrenti ma starà a noi dare continuità ai risultati. Il segreto è solo quello“.

 

 

Sul gap con le prime in classifica in campionato: “Roma e Juventus si sono dimostrati più forti di noi in questi anni, ma negli scontri diretti così tanta differenza credo non si sia vista. A noi è mancata la continuità cosa che a loro non è mancata“.

 

Sul suo stato di forma dopo rientro dall’infortunio: “Io sono contento di essere tornato e guarito era la cosa più importante. Dopo sei mesi di inattività la condizione non può essere ottimale però sono felice e spero di migliorarla partita dopo partita per cercare di mettermi a disposizione della squadra e del mister“.

 

Su Filippo Inzaghi: “Il mister vive la partita a 360 gradi in modo quasi viscerale. E’ stata la sua forza da giocatore e lo é anche da allenatore, per quanto ho visto in questi mesi“.

 

Altre dichiarazioni sul campionato, le ultime partite e gli obiettivi di squadra: “Credo che le due partite con Napoli e Roma abbiano dato consapevolezza maggiore alla squadra e come sempre nel calcio sono i risultati che danno questa certezza e la nostra è quella di competere con tutte le squadre. Il nostro obiettivo è quello di entrare in campo e cercare di vincere ogni partita“.

 

Montolivo ha successivamente così concluso il suo intervento: “I campionati li vincono le migliori difese, quindi se nella prima parte del campionato subivamo troppi gol credo che in queste ultime partite questo aspetto l’abbiamo migliorato, però dall’altro lato abbiamo perso qualcosa in pericolosità quindi cercheremo di migliorarla. Abbiamo trovato più equilibrio a livello di squadra credo che a Roma nell’ultima mezz’ora in 10 si sia visto questo atteggiamento, questa voglia di essere squadra in ogni momento. È stato un anno segnato da una grande delusione per non aver partecipato al mondiale a 4 giorni dalla partenza, ma sono i rischi del mestiere e mai come quest’anno ho capito quanto amo questo lavoro“.

 

Fonte: acmilan.com