Filippo Inzaghi (Getty Images)
Filippo Inzaghi (Getty Images)

Questa sera il Milan affronta il Sassuolo alle ore 21 a San Siro in una sfida valida per gli ottavi di finale della Coppa Italia. Filippo Inzaghi non può sbagliare dopo il k.o. subito proprio contro gli emiliani in casa ed il pareggio rimediato a Torino con una pessima prestazione. Silvio Berlusconi ha indicato nella coppa nazionale uno degli obiettivi della squadra per questa stagione, assieme al 3° posto. Ma se quest’ultimo al momento sembra sfuggire di mano, per il primo bisogna cominciare a darsi da fare a partire da questa sera.

 

Il quotidiano Tuttosport evidenzia che nell’era Berlusconi la Coppa Italia è stata conquistata solamente una volta, nel 2003 dopo il trionfo di Manchester nella finale di Champions League disputata contro la Juventus. Quella volta non veniva considerato un obiettivo importante, ma ora i tempi sono cambiati e vincerla significa avere il passaporto per l’Europa, che non è così scontato per il Milan attuale.

 

Il cammino alla finale per la squadra rossonera non presenta ostacoli insormontabili. In caso di vittoria contro il Sassuolo, la prossima rivale sarà la vincente di Torino-Lazio. Mentre per la semifinale l’avversario sarà uno tra Inter, Napoli, Udinese o Sampdoria. Si può fare.

 

Dal Milan ci si aspetta una reazione importante dopo i recenti stop accompagnati da un rendimento gravemente insufficiente. Ci si attendono dei miglioramenti sia sul piano della condizione fisica che del gioco. Hanno sorpreso in negativo le prime partite del 2015 dopo che il 2014 si era chiuso con la vittoria sul Napoli e il pareggio a Roma.

 

Anche la società vuole una svolta in Coppa Italia. Anche perché stanno cominciando ad alcuni su Inzaghi, che alla prima stagione sulla panchina del Milan sta facendo peggio dei suoi predecessori considerando le prime 18 partite. Leonardo, spesso criticato da Berlusconi, ne fece 37. Massimiliano Allegri nell’anno dello Scudetto 39. Mentre Clarence Seedorf, il suo predecessore, 32 dopo aver preso le redini della squadra a stagione in corso ed in una situazione molto complessa.

 

Insomma, vincere questa sera per Pippo sarà molto importante. Per scacciare la crisi e le voci sul suo conto, oltre che per proseguire il cammino in Coppa Italia e magari salvare la stagione del Milan.

 

Redazione MilanLive.it