Lazio-Milan (Getty Images)
Lazio-Milan (Getty Images)

Intervenuto in diretta da Milanello, il giornalista di Sky Sport Peppe Di Stefano, ha detto la sua sulle ultime deludenti prove che sta offrendo il Milan: “Soltanto due punti in 5 partite, 2 vittorie nelle ultime 13 gare. Sono numeri difficili. Con l’espulsione di Mexes si è toccato il fondo.”

 

La rosa non è sicuramente all’altezza, e sono pochi gli interpreti che salvano la faccia: “I problemi del Milan sono a centrocampo, in difesa e in attacco. Se non segna Menez non segna nessuno. E’ una squadra che gioca male e perde

 

Di fronte a questa crisi, solitamente a pagarne le conseguenze è l’allenatore, ma in questo caso no…: “Questi sono numeri di un allenatore che andrebbe esonerato, se il Milan non lo sta facendo – spiega – è perché martedì ha una partita da vincere e anche perché fin dall’inizio aveva riposto tanta fiducia in Pippo Inzaghi.”

 

I giocatori hanno le loro colpe, l’allenatore pure, ma la società non è da meno: “La rosa del Milan – continua a Sky Sport 24 – non vale quella di tanti club di serie A e Inzaghi è stato messo lì dalla società, con grosse pressioni e senza una grande esperienza. Diciamo che le colpe si sommano: ci sono le responsabilità societarie, una rosa non all’altezza e allenatore con poca esperienza. In pratica – conclude Di Stefano – un patatrac”.

 

Redazione MilanLive.it