Filippo Galli (Getty Images)
Filippo Galli (Getty Images)

Queste tutte le dichiarazioni del responsabile del settore giovanile del Milan, Filippo Galli, in esclusiva a Milan Channel:

“Nessun alibi per la Primavera. Hanno espresso un calcio importante e propositivo, non premiato dai risultati. Io credo che i nostri ragazzi debbano fare la partita e comandarla. Questo richiede difficoltà, ma soprattutto nel settore giovanile bisogna fare questo. L’abbiamo pagato sulla nostra pelle, ma dobbiamo crescere come movimento.
Noi siamo rammaricati per essere usciti. Anche ieri contro il Palermo abbiamo giocato una buona partita. Non bisogna mettere l’arbitro in condizione di sbagliare, ma abbiamo continuato a giocare anche in inferiorità. Poi con l’espulsio di Donnarumma si è complicato tutto. Noi riteniamo che il Viareggio sia stata un esperienza importante, giocate meglio degli altri, ma torniamo a casa. Abbiamo messo esperienza nel motore, perchè avevamo anche assenze importanti. Dal punto di vista della proposta di gioco.
Sono arrabbiato con i 98, e ieri mi hanno parlato di un allenamento svogliato. Sono deluso, perchè il modello Milan vuol dire allenarsi nella maniera giusta. Ne abbiamo parlato e non siamo per nulla contenti. Se giochiamo come ci alleniamo, fate voi… Speriamo si rimettano in carreggiata. Fanno una vita di sacrifici è indubbio, ma sono dei privilegiati. Bisogna avere serietà. Ogni volta questo gruppo va ripreso e non ha ancora portato nessun risultato. Dal punto di vista dei risultati e della promozione in prima squadra. Hanno una grossa opportunità per crescere come calciatori e come uomini”

 

Fonte: Acmilan.com