Vincenzo Montella (Getty Images)
Vincenzo Montella (Getty Images)

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, la conferma di Filippo Inzaghi sulla panchina del Milan è subordinata alla qualificazione all’Europa League. Lo ha deciso Silvio Berlusconi, che ha messo in discussione il proprio allenatore dopo le troppe sconfitte e le prestazioni non convincenti sul piano del gioco. Nella giornata di ieri il presidente ha ribadito la propria fiducia a Pippo, ma pare si sia convinto ad affidare la panchina rossonera ad un allenatore più esperto per il futuro. E non è neppure detto che l’Europa salvi Inzaghi.

 

Una cosa è certa, a fine stagione ci potrebbe essere un cambio di guida tecnica. Adriano Galliani nella telefonata con il finto Massimo Ferrero ha ammesso che si resisterà fino a fine stagione così e poi si vedrà. L’effetto bandiera-Inzaghi sembra essere già svanito e le idee tattiche dell’allenatore non convincono e pertanto si sta pensando a dei possibili sostituti.

 

Il nome di Vincenzo Montella sembra essere quello più caldo. Già due estati fa il Milan lo aveva cercato, ma la Fiorentina si oppose in maniera netta. Berlusconi lo apprezza per il suo offensivismo e per il calcio piacevole che riesce a produrre con le sue squadre. Non ci sono stati ancora contatti, anche per evitare casi diplomatici con il club viola, ma a fine stagioni le parti potrebbero sentirsi. Il tecnico campano sarebbe interessato ad intraprendere un’avventura in una piazza come Milano se vi fosse un valido progetto da portare avanti.

 

Redazione MilanLive.it