Mauro Tassotti (Getty Images)
Mauro Tassotti (Getty Images)

Mauro Tassotti ai microfoni di Milan Channel ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla partita che attende domani i rossoneri contro la Juventus a Torino. Si è partiti parlando dell’arrivo di Luca Antonelli: “Io sono stato compagno di squadra di Roberto Antonelli era uno di quelli con cui avevo più rapporto, ho vissuto a Lissone per sei anni accanto a lui. Siamo felici perchè abbiamo riportato a casa un bravissimo ragazzo che è cresciuto qui, quando abbiamo lasciato che andasse via avevamo in quel ruolo tantissimi giocatori importanti ed era giusto farlo crescere. Si è fatto grande in un’altra squadra.

 

Sulla sfida dello Juventus Stadium ha dichiarato quanto segue: “La partita di domani è sulla carta proibitiva giocare con la Juve è dura per tutti lo abbiamo sperimentato nella gara d’andata dove nell’ultimo quarto d’ora ci hanno segnato. Noi vogliamo giocarcela quindi vediamo. Il pareggio sarebbe positivo, se poi arrivasse dopo una buona prestazione ancora di più.”.

 

Sulle condizioni dei giocatori ha detto: “Quando ci sono queste giornate è difficile noi abbiamo previsto dietro una giornata di scarico però abbiamo preferito tenere i campi coperti per allenarci oggi. Jack Bonaventura sta bene forse non ancora benissimo, però è a disposizione quindi vediamo domani. La partita di domenica era una partita da vincere ma noi avevamo fuori tanti giocatori e nel primo tempo abbiamo avuto tante difficoltà dovuta all’insicurezza del momento che stavamo vivendo. Poi nel secondo tempo ci siamo sbloccati. L’incontro di domani è quello più difficile che poteva capitarci.

 

Sul momento della squadra si è così espresso: “Dopo il primo tempo contro il Parma abbiamo parlato negli spogliatoi, la squadra non può essere nel massimo del suo splendore perché i risultati hanno tolto sicurezza alla squadra e ci siamo trovati a giocare male con tanti giocatori fuori e la partita contro il Parma era uno snodo importante e siamo riusciti a vincere. Ovviamente bisogna crescere anche dal punto di vista del gioco”.

 

Infine Tassotti ha parlato dei nuovi acquisti: “Antonelli è in forma, Paletta arriva da una situazione particolare dal Parma, hanno avuto pochi giorni a disposizione ma è chiaro che ci vorrà un po’ di tempo prima di vederli al 100% in squadra.
Anche le parole di Destro valgono più di qualsiasi cosa, indipendentemente dal momento, quando ti chiama il Milan bisogna andare perché è una grande società. Anche io non mi sono mai posto il problema appena mi hanno chiamato ho subito accettato, perché il Milan è una grande società.

 

Parole positive per Inzaghi: “Pippo è molto meticoloso, studia tantissimo sia le nostre partite che quelle degli avversari. Infatti ha voluto un allenatore che si dedicasse alle palle inattive. La gestione del gruppo è la cosa più difficile, quando ti ritrovi in rosa tante scelte non è facile ed è la parte più difficile in cui fare esperienza. Quando scegli uno piuttosto che un altro è perché lo ritieni migliore per quella partita, ma non è facile far digerire le scelte a chi non gioca.

 

Fonte: acmilan.com