Nosotti spiega: “Galliani spera nell’Europa League, e prepara la rivoluzione”

Filippo Inzaghi (Getty Images)
Filippo Inzaghi (Getty Images)

Da indiscrezioni emerse negli ultimi giorni, pare che il duo Galliani-Berlusconi abbia prolungato la fiducia a Pippo Inzaghi nonostante i pessimi risultati che sta ottenendo la squadra. Al di là dei punti conquistati in questi mesi, le incertezze sul tecnico rossonero arrivano anche e soprattutto dalla totale assenza di un’identità di gioco. Dagli studi di Sky Sport 24, Marco Nosotti ha fatto il punto sulla situazione: “La società ha deciso di dare una fiducia a tempo ad Inzaghi. Pippo – ribadisce – non resterà fino a fine stagione con ogni certezza, ma verrà valutato partita dopo partita, così come la squadra, già dalla sfida di lunedì contro la Fiorentina”.

 

La società ha ribadito che l’obiettivo resta sempre una qualificazione in Europa League. Il club di via Aldo Rossi sa benissimo che un’altra stagione senza le coppe, potrebbe nuocere ulteriormente le casse rossonere già in situazioni affatto che positive. Lo stesso Adriano Galliani ha provato nella giornata di ieri a spronare la squadra. Lo stesso Nosotti riferisce infatti: “Ieri Galliani ha spiegato alla squadra che devono assolutamente archiviare il gol subito da Nico Lopez nel finale del match contro il Verona. L’obiettivo resta quello di provare ad arrivare in Europa, in quanto il settimo posto non è poi così lontano da raggiungere“.

 

Un commento anche sull’allenamento odierno del Milan e sulle prove di Inzaghi per la prossima partita contro la Fiorentina: “Inzaghi comincia già a pensare alla partita con la Fiorentina, ma dovrà fare i conti con assenze importanti. Oggi è stato provato un centrocampo a tre particolare, con Suso, van Ginkel e Bonaventura. Essien oggi non era in gruppo, Muntari forse non ha risposto alle aspettative“.

 

Infine una considerazione anche sul calciomercato Milan. Il reparto che subirà maggiori cambiamenti sarà il centrocampo. Tanti i giocatori in scadenza: Nigel De Jong su tutti, sempre meno convinto del progetto Milan, potrebbe tornare a Manchester, ma sponda United. Marco Van Ginkel ritornerà dal prestito al Chelsea, mentre Michael Essien non rinnoverà con quasi assoluta certezza. Nosotti conferma questa rivoluzione per il prossimo anno, e parla anche dei giovani rossoneri che potrebbero essere promossi dalla Primavera alla prima squadra: “Sono sicuri di restare solo Montolivo, Poli e Bonaventura. Poi ci sono giovani come Mastalli, Modic, Locatelli e Calabria che sono già entrati nel giro della prima squadra”

 

 

Redazione MilanLive.it