Donnarumma (foto ilfattoquotidiano)
Donnarumma (foto ilfattoquotidiano)

Il giovane portiere del Milan Gianluigi Donnarumma, è uno dei fiori all’occhiello della Primavera del club rossonero. Intervistato da vivoazzurro.it, il ragazzo ha voluto raccontare la propria esperienza in rossonero svelando anche qualche piccolo retroscena sul suo approdo a Milanello: “In verità il provino, due anni fa, l’ho fatto con l’Inter e l’esito fu anche positivo ma poi è intervenuto il Milan che, dopo avere chiamato il presidente della mia società, ha deciso di prendermi”.

 
E al Milan Gianluigi non poteva proprio dire di no: “Si. Il Milan è la squadra del mio cuore; tifo rossonero da sempre e il mio sogno è di diventarne, un domani, la bandiera. Ancora non ci credo. Se penso che nell’arco di così poco tempo ho raggiunto la serie A e la Nazionale, mi dò un pizzico per risvegliarmi“.

 

A proposito della Nazionale, il portiere ha raccontato il proprio esordio con la juniores: “Sono stato chiamato da Rocca nell’Under 15 per una doppia amichevole con il Belgio a febbraio dello scorso anno: un esordio pieno di goal, visto che la partita è finita 3-3.  Da lì ho continuato con l’Under 16, convocato da Zoratto, e poi  conl’Under 17 allenata da Bruno Tedino per la prima fase di qualificazione di questi Europei: tre partite, un solo goal subito. Poi quest’anno, sempre a febbraio, se non sbaglio il 23, contro il Cesena, ho esordito in panchina”.

 

Redazione MilanLive.it