Philippe Mexes (Getty Images)
Philippe Mexes (Getty Images)

Al termine della seduta pomeridiana di allenamento del Milan, Philippe Mexes si è concesso ad una lunga intervista ai microfoni di Milan Channel. Come si legge nelle dichiarazioni riportate sul sito ufficiale acmilan.com, il difensore francese ha presentato la sfida di sabato sera contro la Roma parlando del suo passato, ma dimostrando di pensare solo alla vittoria per i colori rossoneri: “Sono quattro anni che non sono più alla Roma, indosso la maglia del Milan e penso solo a prendere punti con questa maglia. Loro si stanno giocando il secondo posto, noi invece cerchiamo di prendere più punti possibili, dobbiamo vincere ad ogni costo. Ho tanti bei ricordi di Roma, ho fatto 8 anni con tanta fatica all’inizio ma poi è stato bellissimo. Ho bei rapporti con De Rossi e Totti. Li ho sempre nel mio cuore ma ora saranno avversari, ci teniamo a vincere questa partita”.

 

La voglia di vincere, dunque, è tanta ma a San Siro arriva un avversario tosto, rinfrancato dalle due vittorie consecutive contro Sassuolo e Genoa: “La Roma è una squadra unita, hanno un grande allenatore. Stanno facendo bene, hanno avuto una piccola flessione nelle prestazioni ma sappiamo che non è facile in una piazza del genere vivere questi momenti, ora però si sono un po’ ripresi e toccherà a noi metterli in difficoltà – ha dichiarato Mexes – A Roma non è semplice gestire certe situazioni, Garcia ha fatto tante belle cose e lo aveva dimostrato anche in Francia al Lille vincendo il Campionato francese. E’ arrivato a Roma e nonostante alti e bassi ha sempre gestito bene la squadra e gli faccio i miei complimenti perché non è semplice”.

 

Mexes torna a disposizione dopo il turno di squalifica rimediato con l’ammonizione sotto diffida nella gara contro il Genoa e sa che l’unico modo per battere i giallorossi è giocare con grinta, determinazione e molta accortezza: elementi che spesso, durante questa travagliata stagione, sono venuti meno alla squadra che, però, ha sempre beneficiato dell’impegno di tutti: “Contro la Roma ci servirà lo stesso spirito che abbiamo avuto a Napoli. Dobbiamo tenere quello che c’è stato di buono in quella partita. Con quello spirito potremo raccogliere qualche punto in più. Abbiamo bisogno di tutti, tutti devono aiutare i compagni. Io ho vissuto bei momenti al Milan con grandi giocatori qui che ora hanno smesso – ha continuato -Non è semplice tenere questo spirito ma io ce la metto tutta così come Nigel (De Jong ndr) e Bonera. Dobbiamo restare uniti e dimostrare sul campo, come abbiamo fatto a Napoli, che siamo quelli di inizio stagione”.

 

Per concludere, Mexes ha dato un giudizio a questa difficile annata, sia dal punto di vista personale che collettivo e spera che il finale di campionato possa risollevare anche solo parzialmente l’immagine del Milan: “Ho avuto la possibilità di giocare e di tornare sul campo, non è stato semplice ma ce l’ho fatta, anche se non ero in campo ero molto vicino alla squadra e cerco sempre di dare ai compagni una mano. Non è stata una stagione positiva per me perché siamo tutti sulla stessa barca, speriamo di finire la stagione nei migliore dei modi e tornare un po’ più in alto in classifica. Dobbiamo mettere sul campo l’orgoglio e la grinta perché questa maglia se lo merita. dovremo approcciarci alla partita come lo abbiamo fatto a Napoli, i nostri tifosi ci sono sempre stati vicini ed è normale che ora non siano contenti, noi cercheremo di dare il massimo e sarà importante sentire i tifosi vicini, starà a noi farli tornare dalla nostra parte. Speriamo di vincere, se segno o meno non è importante, è importante che il Milan vinca questa partita con orgoglio”.

 

Andrea Panzeri – Redazione MilanLive.it