Salvatore Bocchetti  e Silvestre Varela (Getty Images)
Salvatore Bocchetti e Silvestre Varela (Getty Images)

Salvatore Bocchetti sembrava poter essere un rinforzo di buon livello sbarcato a gennaio al Milan dallo Spartak Mosca. Dopo qualche prestazione positiva il difensore classe ’86 è rimasto spesso fuori, tra panchina e tribuna, rientrando come titolare solo a Napoli domenica scorsa senza però fornire una prestazione positiva.

 

Il suo futuro è in bilico come ha affermato Andrea D’Amico, il suo agente, intervistato da Tuttomercatoweb.com; il procuratore non si è sbilanciato riguardo a quello che sarà il destino di Bocchetti a fine stagione: “Era partito molto bene nella sua avventura al Milan, poi senza ragione ha avuto sempre meno spazio. Il futuro? Non so ancora cosa accadrà a fine stagione, ma dipenderà molto dalla situazione del club in estate, quando alcune faccende ai vertici potrebbero cambiare“.

 

Bocchetti è arrivato al Milan in prestito secco e dunque il club di via Aldo Rossi non ha alcun eventuale diritto di riscatto da esercitare ad una cifra prefissata. Se volessero trattenerlo i rossoneri dovrebbero trattare con lo Spartak Mosca, ma ci sembra molto difficile che ciò avvenga. Il giocatore quasi sicuramente rientrerà in Russia per poi trovare una nuova destinazione, che potrebbe essere ancora l’Italia. Al momento comunque non sono emersi interessamenti da parte di altri club nei suoi confronti.

 

Redazione MilanLive.it