Robinho (Getty Images)
Robinho (Getty Images)

Secondo quanto rivelato dal portale web Globoesporte.com il Milan e Robinho avrebbero trovato l’accordo per la rescissione del contratto a partire dall’1 luglio 2015, ovvero il giorno dopo in cui scade il prestito al Santos e un anno prima della sua scadenza contrattuale con i rossoneri. Il giocatore sarà dunque libero di trattare e di firmare con chi vuole senza che alla società di via Aldo Rossi debba essere corrisposto alcun indennizzo economico.

 

L’operazione per lo svincolo dell’attaccante brasiliano è stato condotta in prima persona da Marisa Alija Ramos, avvocato che cura gli interessi del calciatore, e che ha confermato ai microfoni di Lancenet.com.br: “Stavo già negoziando da qualche tempo ed è stata una soluzione accolta bene da tutte le parti. Il suo contratto sarà in vigore fino alla scadenza del prestito (30 giugno, ndr), poi sarà libero“.

 

Robinho vuole rimanere al Santos, ma la società deve ancora corrispondergli 7 mesi di arretrati relativi ai suoi diritti di immagine. Serve trovare un’intesa per proseguire il rapporto e firmare un nuovo contratto. Le trattative sono già in corso, ma se non si dovesse trovare un accordo c’è la possibilità che Robinho si trasferisca altrove. Flamengo e Cruzeiro monitorano la situazione e anche qualche franchigia della MLS statunitense può essere attratta dalla possibilità di ingaggiare a parametro zero l’ex numero 7 del Milan.

 

Redazione MilanLive.it