Mr. Zong Qinghou (getty images)
Mr. Zong Qinghou (getty images)

Le trattative con Xi Jinping, capo di Stato cinese; gli incontri con la misteriosa emissaria Wang Xingxian ad inizio mese. Il Milan è ormai in contatti più che frequenti con l’esteso paese orientale, tanto da creare rumors e voci differenti ogni giorno. Eppure il vero leader della cordata, ovvero colui che metterà i soldi per investire nel club rossonero, non è ancora uscito allo scoperto.

 

Ormai è chiaro che l’indicazione di investire nel Milan arrivi direttamente dai piani alti della politica cinese, per spronare i propri uomini d’affari a fare un passo a livello finanziario verso l’occidente. Conta molto la passione calcistica di Jinping, tifoso rossonero ed ex calciatore provetto fin da giovane. Ma secondo Tuttosport dietro al gruppo asiatico ci sarebbe un volto già noto per le cronache rossonere.

 

Si tratterebbe di Zong Qinghou, il magnate della Future Cola, bevanda gassata di estremo successo in Oriente. Uno degli uomini più ricchi d’Asia e del mondo intero, che sta provando a far conoscere il suo business anche nel mercato occidentale. Non a caso Mr. Zong è attualmente a Milano per l’Expo, dove sta contribuendo ad arricchire il padiglione Cina con i suoi investimenti e prodotti. Difficile che si incontri con Silvio Berlusconi, ma le indicazioni recenti parlano di una volontà concreta dell’imprenditore di puntare sul Milan e sul calcio italiano.

 

Redazione MilanLive.it