Filippo Inzaghi (Getty Images)
Filippo Inzaghi (Getty Images)

Alla vigilia della sfida di domani contro il Sassuolo alle 12.30, Pippo Inzaghi ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Milan Channel. Anzitutto sulla voglia di confermare quanto di buono visto contro la Roma: “Dobbiamo guardare avanti e ripartire da quanto di buono fatto con la Roma. E’ doveroso dare continuità ai risultati e alla prestazione. Mi dispiacerebbe che non fosse così domani. Quando vogliamo siamo compatti ed abbiamo un identità di gioco, anche contro grandissime squadre come la Roma. Abbiamo capito i nostri errori e vogliamo vedere i nostri progressi contro il Sassuolo.”

 


Sul match di domani contro gli uomini di mister Eusebio Di Francesco: “Contro di noi, tutti vogliono fare bella figura. Noi dobbiamo augurarci che sia una bella partita e dobbiamo vincere a tutti i costi.
Domani purtroppo mancheranno gli infortunati, ma se noi vogliamo costruirci un futuro non dobbiamo dipendere dai singoli, bensì dal sistema di gioco. Domani recuperiamo El Shaarawy. Se penso a lui, a Montolivo o ai terzini, anche domani dovremmo adattare un centrale sulla fascia, ma andiamo avanti”.

 

Sui traguardi raggiunti con la maglia del Milan da Ignazio Abate e Daniele Bonera: “Le 200 partite nel Milan per Abate, come per Bonera, è un traguardo prestigioso. Anche le 100 nella prossima per El Shaarawy, sono tutte cose molto importanti”.

 

Sulla situazione del calcio italiano: “Per il settore giovanile e per l’Italia, vedere le nazionali giovanili che vanno avanti è un grandissimo orgoglio.
Faccio i complimenti alla Juventus per aver raggiunto la finale di Champions e anche a Napoli e Fiorentina. Può essere un buon auspicio per tornare ad alti livelli per il nostro campionato. La Juventus ha dimostrato di essere squadra, speriamo di tornare a quei livelli. 
Noi abbiamo passato tanti bei momenti. Dobbiamo essere contenti di aver gioito tante volte con il Presidente Berlusconi. In questi momenti solo con il lavoro si esce da queste situazioni per tornare in vetta all’Italia e al Mondo”.

 

 

Sulla possibilità di dare continuità dopo la buona prestazione contro la Roma: “Si tende a vedere solo le cose negative e mai le positive. E’ facile dire “scarsi” agli altri e non “bravi” a noi. Non dobbiamo esaltarci troppo per la Roma, ma dobbiamo dare continuità a queste prestazioni e a questo modo di giocare. Sacrificio e cercare di essere bravi a sfruttare il momento per fare gol. La squadra ha voglia di rivalsa, lo vedo nei loro occhi. Mi auguro che la risposta sul campo sia così anche domani. Quando una squadra gioca spensierata sono sempre problemi in più. Ci sono tante cose perché l’attenzione sia fin da subito alta. La squadra vuole fare una bella partita. Questi giocatori devono tenersi stretta questa maglia. Siamo sulla buona strada, ma dobbiamo dare continuità a tutto questo.

 

 

Sull’assenza di Jeremy Menez: “Un allenatore deve uscire da ragionamenti sui singoli e ragionare sul sistema di gioco. Menez ha fatto una stagione straordinaria, ma la squadra contro la Roma ha fatto una bella partita ed è stata una risposta importante da parte del gruppo”

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it