Mexes aggresdisce Cana (getty images)
Mexes aggresdisce Cana (getty images)

Un record il Milan è riuscito già a conquistarselo prima della fine di questa travagliata stagione, però si tratta di qualcosa di ampiamente negativo. La squadra di Filippo Inzaghi è decisamente la più cattiva della storia rossonera dal punto di vista disciplinare, visto che come ricorda oggi la Gazzetta dello Sport sono ben dodici i cartellini rossi comminati dagli arbitri sinora ai danni dei calciatori milanisti.

 

Un primato praticamente storico per questo Milan, che al massimo era arrivato in un singolo campionato a contare dieci cartellini rossi. Successe nel 1996-1997, che non a caso per il momento resta la peggior stagione dell’era Berlusconi in fatto a piazzamento in classifica, con un undicesimo posto davvero deludente. Eppure Inzaghi e i suoi quest’anno rischiano ancora di fare peggio, visto che hanno già eguagliato la medesima posizione con ancora due gare da giocare contro Torino e Atalanta.

 

Tutto è cominciato alla seconda di campionato, quando Daniele Bonera ha lasciato il Milan in dieci uomini nel finale della vittoria contro il Parma. Fino all’apoteosi di Sassuolo-Milan con la squadra ridotta addirittura in nove per i ‘rossi’ che il sig. Guida ha sventolato in faccia a Bonaventura e Suso. La più paradossale resta l’espulsione a Philippe Mexes durante Lazio-Milan dello scorso gennaio, con tanto di aggressione fisica a Stefano Mauri.

 

Redazione MilanLive.it