Gennaro Gattuso (Getty Images)
Gennaro Gattuso (Getty Images)

Gennaro Ivan Gattuso in questi anni non si è mai tirato indietro quando si è trattato di esporre delle critiche nei confronti del Milan per la pessima situazione in cui versa. E lo ha fatto anche ieri a margine della finale del torneo giovanile ‘Nicolò Galli’ disputatasi a Firenze. Queste le sue dichiarazioni: “Guardando il Milan si nota subito la mancanza di programmazione. Sono d’accordo con Maldini quando dice che non vi è legame con il passato e che c’è una squadra che non ha un futuro. Adesso è importante capire se la famiglia Berlusconi può ancora mantenere questo club. Per tanti anni lo ha fatto e in modo egregio, ma ora serve una programmazione importante. Ci sta che il Milan dopo tanti anni possa non vincere, ma deve dare la dimostrazione di non essere una società allo sbando“.

 

Si parla con insistenza di un possibile ritorno di Carlo Ancelotti in rossonero e su questo tema l’ex allenatore di Sion, Palermo e OFI Creta si è così espresso: “Oggi tantissimi grandi allenatori non accetterebbero una situazione così, perché un allenatore da solo non può nulla. Servono i giocatori, ci vogliono i campioni per riuscire a vincere. Ancelotti o altri vogliono delle garanzie tecniche per venire al Milan, perché chi siede su quella panchina vuole una squadra che possa lottare su tutti i fronti”. Difficile dunque che il club di via Aldo Rossi riesca a convincere Carletto o altri grandi nomi della panchina senza garantire una campagna acquisti di ottimo livello.

 

Redazione MilanLive.it