Carlos Bacca (foto gazzetta.it)
Carlos Bacca (foto gazzetta.it)

L’attesa è finita e dopo tante voci, dichiarazioni da lontano e impazienza Carlos Bacca ha ricevuto ieri il primo abbraccio di Milano e dei tifosi della sua nuova squadra, il Milan, che lo ha strappato dal Siviglia per ben 30 milioni di euro, sfruttando la sua clausola rescissoria e puntando ciecamente sul match-winner dell’ultima Europa League. Il colombiano è arrivato ieri alla Malpensa, accolto dall’entusiasmo di quei supporter che vogliono tornare a vincere e sognare, proprio con un bomber letale come lui.

 

La Gazzetta dello Sport riporta i passaggi fondamentali del suo arrivo, dopo una Coppa America deludente con la nazionale colombiana assieme al compagno di squadra Cristian Zapata, fondamentale nel consigliargli l’approdo in rossonero: “Zapata mi ha parlato molto bene del Milan, ho scelto di venire qui perché è una grande squadra, avevo l’ambizione di giocare in un club così importante. Voglio vincere e segnare tanti gol, l’obiettvo è tornare in Champions League da subito. E se arrivasse anche Ibrahimovic…

 

Già, mancherebbe il tassello Zlatan per completare un reparto già fortemente rinforzato da Bacca e dall’altro centravanti appena acquistato Luiz Adriano. Ora il colombiano salirà su un altro aereo, quello che porterà il Milan in Cina per la tournée estiva; primi allenamenti e feeling con il nuovo tecnico Sinisa Mihajlovic, che ha in mente di provare il tandem formato dai due nuovi arrivati, con Carlos prima punta e il brasiliano più mobile alle sue spalle. Tanta curiosità ed entusiasmo per un Milan a trazione anteriore.

 

Redazione MilanLive.it