Andrea Pirlo (Getty Images)
Andrea Pirlo (Getty Images)

Andrea Pirlo ha concluso la sua avventura alla Juventus e ha deciso di cominciarne un’altra molto affascinante nel New York City. Giocherà dunque nella Major League Soccer (MLS) e il suo esordio potrebbe avvenire contro l’Orlando City di Ricardo Kakà. Nell’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport ha spiegato come è maturata la decisione di lasciare Torino e che anche in caso di vittoria della Champions League se ne sarebbe andato: “Sì, ci avevo già pensato da un po’ di mesi. Certo, perdere mi ha fatto riflettere di più. Certe partite così importanti difficilmente le avrei rigiocate e dopo aver vinto quattro campionati questo era il momento migliore per andarsene. Le mie gare le avrei fatte comunque, ma l’idea di non essere più con certezza protagonista assoluto ha un po’ pesato. Perché non sarei stato bene con me stesso. Ho preferito decidere da solo prima che fossero gli altri a volermi mandare via“.

 

Per quanto riguarda gli attuali rapporti di forza nel campionato di Serie A si è invece così espresso: “Difficile dire se il divario tra la Juventus e le altre si sia accorciato. Certo, le altre si sono rinforzate.  Ma la Juve penso sia ancora la più forte e favorita“. Milan, Inter e Roma dovranno lavorare ancora molto in sede di calciomercato per recuperare il gap dai bianconeri.

 

Redazione MilanLive.it