Mauro Tassotti (Getty Images)
Mauro Tassotti (Getty Images)

Mauro Tassotti, insieme al direttore sportivo Rocco Maiorino, questa sera ha rappresentato il Milan nella cerimonia di presentazione del calendario del campionato di Serie A Tim 2015/2016. Per i rossoneri un cammino molto impegnativo. Ai microfoni di Milan Channel l’ex vice-allenatore e attuale osservatore milanista ha così commentato il calendario della squadra di Sinisa Mihajlovic: “L’inizio sembra difficile, Firenze è un campo complicato, poi c’è subito il Derby, anche Empoli non è semplice – si legge sul sito ufficiale acmilan.com -. Sulla carta l’inizio è molto difficile. Anche il finale non è semplice, speriamo che la partita contro la Roma alla fine sia importante perché vuol dire aver fatto un bel Campionato. Dopo le soste è sempre un po’ difficile tornare, il Derby arriva dopo la prima sosta e sarà una partita complicata da preparare. I ragazzi dovranno fare esperienza di quello che è successo nelle vacanze lo scorso anno. L’ideale è giocare il Derby quando si sta bene. Non sappiamo se il Milan starà bene già all’inizio o meno, anche loro hanno cambiato tanto“.

 

Successivamente Tassotti ha parlato della situazione attuale del gruppo rossonero, che si trova in Cina per l’ormai nota tournée: “Il Milan è cresciuto molto, la società ha investito molto e stiamo riducendo il gap. In Cina mi sembra ci sia un bel clima intorno alla squadra, Bacca e Luiz Adriano hanno fatto un buono spezzone della partita contro l’Inter, il mercato è ancora lungo aspettiamo. Romagnoli? Ognuno fa i propri interessi, Mihajlovic lo conosce bene, se mantiene le aspettative il suo valore aumenterà di molto.” Ai microfoni di Sky Sport ha fatto anche un commento sull’eventuale ritorno di Zlatan Ibrahimovic a Milanello: “Non lo so, è un grandissimo giocatore, dove è andato ha sempre fatto la differenza. Lui è il più forte che c’è”.

 

Redazione MilanLive.it