Gianluigi Donnarumma (Getty Images)
Gianluigi Donnarumma (Getty Images)

A Milanello sono sicuri al 100% che sarà il portiere del futuro, ma forse anche del presente in breve tempo, quando il titolare Diego Lopez avrà deciso di lasciargli spazio. Gianluigi Donnarumma è il talento del momento in casa Milan, vista l’apparizione assolutamente positiva nell’amichevole contro il Real Madrid, dove non ha fatto rimpiangere i titolari finendo anche per parare un rigore a Toni Kroos, ovvero un campione del Mondo in carica.

 

Tuttosport oggi ripercorre la storia di ‘Gigio‘ Donnarumma, presentato già tre anni fa dal fratello Antonio, ex portiere della Primavera rossonera. “Lui è mio fratello minore, sarà il nuovo portiere del Milan. E’ fortissimo e sentirete parlare di lui” – aveva ammesso l’ex numero uno della Primavera. Un commento di parte ma risultato assolutamente realistico, visto che già all’eta di nove anni Donnarumma faceva impazzire i talent scout a Castellammare di Stabia, sua città natale, difendendo i pali del Club Napoli.

 

Un’incredibile diatriba per ingaggiarlo avvenne qualche anno fa, quando fu provinato dal Napoli ma in seguito furono i dirigenti dell’Inter a interessarsi a lui. Si arrivò ad un accordo con la famiglia del ragazzo, con tanto di iscrizione già effettuata a scuola, ma il blitz in extremis di Mauro Bianchessi, dirigente del settore giovanile del Milan, fu decisivo. Gigio scelse i colori rossoneri come suo fratello e iniziò la scalata alla prima squadra, bruciando le tappe con Allievi e Primavera per ritrovarsi a soli 16 anni a parare rigori contro il Real Madrid.

 

Redazione MilanLive.it