Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Dichiarazioni che hanno fatto il giro del mondo e del web in pochissimi minuti, che però Zlatan Ibrahimovic non sembra aver mai pronunciato. L’attaccante del Psg dopo la vittoria in Supercoppa avrebbe confidato di poter lasciare la squadra francese nella prossima settimana, scatenando ogni rumors possibile. Ma in realtà Ibra non avrebbe aperto bocca a Montreal, dopo il 2-0 sul Lione e il suo ventisettesimo trofeo conquistato in carriera. Parigi gli piace, si trova bene, ma Milano è un pezzettino di cuore del coriaceo bomber scandinavo.

 

Dunque solo fantasie, ma con un fondo importante di verità: Ibra è tentato dal ritorno al Milan, la squadra che risulta in pole nel caso in cui ci fosse un’eventuale rottura con il Psg. Il contratto è pronto, o un biennale da 9 milioni a stagione o un triennale da 6, ampia scelta per un calciatore che riaccenderebbe gli entusiasmi in casa rossonera. C’è l’insidia Galatasaray, c’è anche la suggestione Mls statunitense, ma l’ipotesi milanista ha sempre un piccolo vantaggio sulle altre.

 

Inoltre il tecnico parigino Laurent Blanc avrebbe fatto sapere, secondo la Gazzetta dello Sport, di non volersi opporre alla cessione di Ibrahimovic, mentre ha fatto resistenza sul meno sostituibile Thiago Motta. Per l’allenatore del Psg il numero 10 svedese non è insostituibile, soprattutto se la dirigenza facesse arrivare due calciatori come Di Maria e Lacazette alla sua corte del Parco dei Principi.

 

Redazione MilanLive.it