Francesco Rocchi e Paolo Paginini
Francesco Rocchi e Paolo Paginini

La redazione di MilanLive.it ha intervistato in esclusiva Paolo Paganini, noto giornalista sportivo della Rai, per affrontare alcune tematiche attuali riguardanti il Milan. Lo ringraziamo per averci gentilmente risposto e ricordiamo che dal 17 al 31 agosto condurrà su Rai Sport 1 la trasmissione Speciale Mercato Tg Sport dalle ore 19.10 alle ore 19.30.

 

Partiamo dalla recente operazione Romagnoli, pagato 25 milioni più bonus dal Milan. E’ il profilo giusto per rinforzare la difesa rossonera? La spesa è eccessiva oppure ci sta considerando il talento ed il potenziale del ragazzo?

Romagnoli e’ sicuramente il profilo giusto. Mihajlovic lo conosce molto bene e lo ha voluto a tutti i costi perché conosce il suo valore ed è convinto che in prospettiva diventerà il centrale titolare della Nazionale. La valutazione e’ alta ma non eccessiva.

 

Con l’organico attuale il Milan dove può arrivare in Serie A? Cosa serve per lottare per lo Scudetto?

Il Milan così com’è ora può giocarsi un posto in Champions per arrivare a giocarsi lo scudetto manca la ciliegina sulla torta che si chiama Ibrahimovic. Ma attenzione anche a Witsel può essere il colpo a sorpresa della dirigenza rossonera

 

Che voto dà alla dirigenza per le operazioni di calciomercato effettuate sinora spendendo oltre 80 milioni?

Alla dirigenza rossonera voto 8. Ha puntato su giovani già affermati e italiani come vuole il patron Berlusconi ed è giusta secondo me questa linea perché ogni squadra dovrebbe avere uno zoccolo duro composto da giocatori italiani provenienti anche dal vivaio. Per cui nessuna bocciatura ad esempio per Bertolacci che deve ancora entrare nei meccanismi giusti del centrocampo rossonero ma ha grandi qualità e vede la porta. Ha preso poi giocatori di caratura internazionale vedi Bacca e Luiz Adriano e potrebbe piazzare alla fine il colpo Ibra. Unico rammarico la partenza di El Sharaawy giocatore di grande talento.

 

Mihajlovic è l’uomo giusto per rilanciare il Milan?

Mihajlovic e’ sicuramente l’uomo giusto. Lo conosco bene e’ un grande motivatore ha una gran voglia di imporsi ad altissimi livelli e ha uno staff molto preparato. Poi è una persona intelligente con un concetto molto forte e genuino del gruppo dal magazziniere ai giocatori infatti devono sentirsi tutti parte integrante del progetto per tornare ad essere così competitivi ad altissimi livelli e tornare a vincere.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)