Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Ennesimo capitolo della telenovela Zlatan Ibrahimovic, l’uomo che da mesi è accostato al Milan come ciliegina sulla torta di un mercato che finora è stato ricco di colpi a prescindere dalle decisioni del bomber svedese. L’edizione odierna di Tuttosport mantiene ancora una certa fiducia sulla riuscita dell’affare visto che i rossoneri aspettano con pazienza e senza mettere fretta alle parti, possibilisti anche su una chiusura a poche ore dalla scadenza della sessione.

 

Ibrahimovic, nonostante le voci che da Parigi sembrano propendere per una sua permanenza, starebbe pressando il Psg; vuole chiarezza sul suo futuro, su un contratto che scade il 30 giugno 2016 e difficilmente rinnovabile. Il Milan attende, ha già messo nero su bianco una doppia proposta: o un biennale da 7 milioni annui, o un triennale da circa 6, molto meno di quanto percepisce attualmente. Ecco dunque che Ibra, anche un po’ stizzito, potrebbe chiedere una ricca buonuscita al presidente Al-Khelaifi per liberarsi e restare in pari.

 

Una buonuscita che sbloccherebbe l’affare e aprirebbe più spazi nell’attacco del Psg, che ieri senza l’infortunato Ibrahimovic e ancora privo del neo acquisto Angel Di Maria ha vinto senza problemi sull’Ajaccio giocando con un tridente inedito ma spettacolare formato da Cavani, Lucas e il giovane talento Augustin. Forse questo Psg può anche fare a meno del 34enne Ibra.

 

Redazione MilanLive.it