Mattia De Sciglio (Getty Images)
Mattia De Sciglio (Getty Images)

Non solo sergente di ferro e lavoratore assiduo e indissolubile; Sinisa Mihajlovic si riscopre mago a tutti gli effetti, facendo comparire dal suo cilindro speciale da allenatore due elementi che in casa Milan erano considerati fino all’altro ieri come oggetti misteriosi ed in netto calo nelle gerarchie.

 

Il Corriere dello Sport elogia il tecnico serbo, capace di rilanciare e dare fiducia a Mattia De Sciglio, calciatore in difficoltà dopo un’annata davvero deludente e sfortunata. Infortuni lasciati alle spalle per il terzino nato e cresciuto nel settore giovanile di Milanello, che ieri contro il Perugia ha sfornato una prestazione più che positiva, spingendo in maniera assidua sulla corsia di destra interpretando al meglio ciò che chiede il mister ai terzini.

 

Si è rivisto anche Jeremy Menez, vera e propria sorpresa ieri dopo che il francese aveva passato l’estate tra infermeria e riabilitazione. L’operazione al ginocchio di inizio giugno sembrava averlo messo k.o. per molti mesi, così come i rumors di mercato che lo hanno spesso spinto verso un addio al Milan. Invece Mihajlovic lo ha ripescato inserendolo ieri sera negli ultimi 20 minuti, nel ruolo di trequartista che evidentemente meglio si propone per le sue caratteristiche di playmaker fantasioso. Ma occhio alle anarchie tattiche, perché mago Sinisa non le tollera affatto.

 

Redazione MilanLive.it