Sinisa Mihajlovic (foto acmilan.com)
Sinisa Mihajlovic (foto acmilan.com)

Prima vigilia di campionato per Sinisa Mihajlovic alla guida del Milan. Domani i rossoneri sfideranno al Franchi la Fiorentina di Paulo Sousa. Da Milanello il tecnico serbo ha sostenuto la conferenza stampa. Di seguito tutte le sue dichiarazioni, anzitutto sul match: “La partita di domani resterà sicuramente nella memoria. Stamattina ho sentito mister Sacchi e mi ha ricordato che anche la sua avventura è iniziata a Firenze. Quest’anno il calendario ci ha dato un avversario forte su un campo difficile ma meglio così almeno possiamo mostrare il nostro valore. La Fiorentina vorrà 3 punti ma anche noi li vogliamo. Hanno cambiato allenatore e hanno molti giovani”.

 

Mihajlovic per domani ha in testa solo una cosa: “Il nostro obiettivo domani è solo vincere e dobbiamo fare una grande partita sotto tutti i punti di vista. Io non ho mai detto che cerco solo risultati e non lo spettacolo, nella storia del Milan sono arrivati attraverso sia gioco che spettacolo. Una squadra deve entrare in campo sapendo quello che fa e quello che sta facendo. Contro il Perugia ci sono stati grandi colpi e non dobbiamo mai dimenticare di essere cinici sotto porta”.

 

Sul passato da allenatore dei viola: “Sono stato allenatore di Firenze e li ringrazio per avermi dato la possibilità di allenare. E’ stato un periodo difficile ma mi ha fatto crescere”.

 

Ancora sul match di domani: “Penso che siamo sulla strada giusta, arriveranno momenti difficili ma dobbiamo uscire sempre a testa alta dal campo sapendo di aver dato tutto. Si può fare sempre meglio e lo faremo. Mi piace che i ragazzi stanno acquisendo una mentalità offensiva. Sono fiducioso, abbiamo preparato bene la partita di domani”.

 

Un commento anche sui propri metodi di lavoro: “Per quanto mi riguarda, cerco sempre di migliorarmi, mi reputo leale, sincero e diretto. Mi piace essere così, pretendo rispetto ma lo do anche. Noi tutti cerchiamo sempre di aggiornarci e migliorarci, non si finisce mai di imparare”.

 

Sulla formazione anti-Fiorentina non si sbilancia: “Vi dirò la formazione quando non avrò dubbi. Può darsi che sia vicina a quella del Perugia”.

 

Sul pre-campionato positivo e sulla fiducia ritrovata dalla squadra: “Hanno sicuramente fatto bene i risultati del pre-campionato ma dobbiamo sempre andare avanti con la nostra mentalità e vincere. La squadra ha ripreso fiducia e autostima. Gli obiettivi sono quelli di arrivare tra le prime 3 squadre del campionato, dobbiamo fare un gran campionato. Se partiamo bene possiamo far bene. Ci alleniamo per migliorarci non solo in base all’avversario che andiamo ad affrontare”.

 

Sugli obiettivi per la prossima stagione: “Non firmerei per il terzo posto, c’è un campionato da giocare, si vedrà”.

 

Sul calciomercato: “Non parlo di mercato, vedremo quello che succede. Le mie scelte le faccio scegliendo chi mi da più garanzie”.

 

Sul momento di forma e sulla mentalità della squadra: “Non tutti sono in forma nello stesso momento. I ragazzi mi hanno seguito fin dal primo momento, la mentalità è un po cambiata. Non ho avuto nessun tipo di problema anche grazie alla loro disponibilità. Abbiamo avuto pochi infortuni fino ad ora, nessuno deve avere la certezza di essere un titolare inamovibile”.

 

Sui singoli: “Nigel (De Jong, ndr) gioca davanti alla difesa come Riccardo (Montolivo, ndr), sono due giocatori importanti su cui punto. Dobbiamo essere organizzati e credere in quello che facciamo. Ely e calabria mi hanno sorpreso molto, non conoscendoli prima. Quando parlo della fase difensiva parlo di tutta la squadra. E’ tutto il lavoro di squadra che ti permette di fare una buona fase difensiva. Bacca e Luiz Adriano sono giocatori importanti ma dobbiamo metterli anche in condizione di far bene grazie alla nostra organizzazione”

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it