Alessandro Matri (Getty Images)
Alessandro Matri (Getty Images)

A meno di una settimana dalla chiusura del calciomercato, il Milan non ha ancora sfoltito in maniera concreta la rosa. Arrivato Alessio Romagnoli e ‘scoperto’ il giovane Rodrigo Ely, in difesa adesso qualcuno è di troppo. Esclusi Philippe Mexes e Christian Zapata che resteranno al 100%, si discute ancora del futuro di Alex e Gabriel Paletta. Il primo potrebbe far ritorno in Brasile, ma al momento la situazione è in stand-by. Sul secondo invece potrebbe concretizzarsi l’interesse dell’Atalanta.

 

Per quanto riguarda l’attacco invece, con l’arrivo di Mario Balotelli, bisogna cedere qualcuno. Tolti ovviamente Luiz Adriano e Carlos Bacca, restano Suso, Honda, Cerci, Niang e Matri. I primi due potrebbero rimanere, nonostante per lo spagnolo le richieste non manchino. Su Alessio Cerci la situazione è tutt’altro che chiara: la condizione fisica del calciatore non convince affatto e per questo Mihajlovic non lo considera molto. Se vorrà riconquistarsi la Nazionale in vista di Euro 2016, sarebbe meglio giocare con maggiore continuità e dunque lasciare il Milan. Si era parlato di un possibile interesse della Fiorentina in caso di addio di Joaquin. M’Baye Niang resterà invece in rossonero, in attesa di recuperarlo dall’infortunio che lo terrà fuori ancora qualche settimana.

 

Infine su Alessandro Matri si è tanto parlato in queste settimane. Al Milan non avrà spazio visto che prima di lui ci sono (almeno) altri tre attaccanti. La Lazio non sembra essere interessato nonostante l’infortunio di Klose e la possibilità di giocare in Champions League. L’Atalanta invece sembrava potesse avvicinarsi quantomeno al prestito, ma il direttore sportivo bergamasco Giovanni Sartori ha dichiarato ai microfoni di Calcionews24.com che l’ex Juventus non interessa.

 

Giacomo Giuffrida (profilo Facebook) – Redazione MilanLive.it