Axel Witsel (Getty Images)
Axel Witsel (Getty Images)

Intercettato dai microfoni di Sky Sport, Andrea D’Amico, agente di Domenico Criscito, ha spiegato cosa significhi trattare un giocatore con la dirigenza dello Zenit San Pietroburgo ed ha commentato il possibile approdo di Axel Witsel in Italia. Il centrocampista belga è seguito da tempo dal Milan e, negli ultimi giorni, anche la Juventus ha fatto un sondaggio per lui con il club russo. “Con lo Zenit la questione è semplice: se decidono che un giocatore è incedibile non lo cedono. Perchè? Il club non ha assolutamente problemi di soldi – ha affermato il procuratore – Witsel viene accostato a tante squadre e si parla di una disponibilità dello Zenit a trattare quindi c’è la disponibilità della società a venderlo. Probabilmente è lo stesso ragazzo ad aver chiesto di partire“.

 

D’amico ha poi commentato le qualità del compagno di squadra del suo assistito (Criscito n.d.r.), esaltandone le qualità tecniche ma rivelando un leggero difetto caratteriale: “Witsel non ha ancora espresso pienamente il suo potenziale. Con i numeri che ha avrebbe dovuto fare maggiormente la differenza, forse il suo è un problema caratteriale. A differenza di giocatori meno dotati tecnicamente, gli manca quell’atteggiamento mentale che lo renderebbe un campione“.

 

Andrea Panzeri – Redazione MilanLive.it