Andrea Bertolacci (acmilan.com)
Andrea Bertolacci (acmilan.com)

Andrea Bertolacci è stato convocato dal CT Antonio Conte per la sfida tra Italia e Malta valida per le qualificazioni a Euro 2016 e, dal ritiro della Nazionale a Coverciano, è intervenuto pochi istanti fa in conferenza stampa. Tra i tanti temi trattati, il nuovo centrocampista del Milan, prelevato in estate dalla Roma per ben 20 milioni di euro, ha parlato dei suoi obiettivi con la maglia rossonera e del difficile inizio di campionato, sia personale che della squadra. “Il Milan? Al Milan penserò a fine raduno, ora sono con la Nazionale e voglio fare bene contro Maltaha dichiarato il classe 1991 – Io penso sempre a me, a dare il massimo, migliorarmi e a fare bene. Ho l’obiettivo di ripetere la scorsa stagione con una maglia ancora più importante come quella rossonera. Se sono stato pagato troppo? Starà a noi tutti dimostrare alla gente di poter giocare nel Milan e che, nonostante un inizio difficile, siamo forti”.

 

Bertolacci ha poi continuato parlando del ruolo che preferirebbe ricoprire nello scacchiere tattico di Sinisa Mihajlovic e rivelando il suo tifo per il Milan fin da bambino: “Il mio ruolo? Ho sempre giocato da interno in un centrocampo a 2 o a 3: è un ruolo che conosco da sempre. Gioco lì perchè sono abile negli inserimenti e nel tiro, ma mi viene richiesto di fare entrambe le fasi. Al Milan gioco a piede invertito, al Genoa ero su quello che preferivo, ma non è un problema. Ho detto che da bambino tifavo Milan e lo ripeto. Mi ero fatto il codino “alla Baggio“, poi ho tifato Roma quando mi hanno acquistato i giallorossi. Ora sono forse nel club più importante d’Italia e davanti alla chiamata del Milan non ci ho pensato due volte: è stata una scelta importante ed emotiva”.

 

Andrea Panzeri – Redazione MilanLive.it