Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Sarebbe dovuta essere l’estate del rilancio, una sessione di mercato trionfale quella annunciata dal Milan, che come primo obiettivo si sarebbe prefissato il riavvicinamento dei propri tifosi, molto stizziti e stanchi di seguire una squadra che nell’ultimo biennio ha fallito ogni traguardo restando fuori dall’Europa come mai successo in precedenza.

 

Eppure nonostante i 90 milioni spesi ed alcuni colpi assolutamente di ottimo livello, il Milan non sembra aver soddisfatto le aspettative, soprattutto se si pensa ai tanti calciatori seguiti, trattati, avvicinati da Adriano Galliani e dai suoi collaboratori in estate, quasi tutti sfumati come bolle di sapone. La redazione di Sportmediaset.it quest’oggi fa un riepilogo dei botti non conclusi dall’amministratore delegato rossonero.

 

Tutto è cominciato dal pressing sfrenato e andato a vuoto per Carlo Ancelotti, il tecnico richiamato a gran voce dalla piazza, ma il soggiorno a Madrid di Galliani ha portato solo alla conferma del rifiuto dell’ex allenatore milanista. Buchi nell’acqua clamorosi anche su due piste che sembravano concrete e fattibili: prima Jackson Martinez, bloccato e quasi messo sotto contratto per poi scoprire il suo cambio di idee, direzione Atletico. Poi la telenoveola Geoffrey Kondogbia, trattato per due giorni interi a Montecarlo per poi vederlo trasferirsi ai rivali dell’Inter.

 

Senza dimenticare ovviamente il nome sempre presente nelle cronache del mercato rossonero, quel Zlatan Ibrahimovic sempre accostato ad un pazzesco ritorno ma mai considerato pista troppo concreta per via del suo ‘benestare’ al Psg. Sogni sfumati e mai raggiunti anche i vari Hummels, Abdennour, Perotti e Illarramendi, fino ai due centrocampisti considerati vicinissimi fino a qualche ora fa, ovvero Roberto Soriano e Axel Witsel, poi rimasti rispettivamente a Genova e San Pietroburgo. Tante, troppe delusioni per Galliani, nonostante i sette colpi messi a segno.

 

Redazione MilanLive.it