Nikola Maksimovic (Getty Images)
Nikola Maksimovic (Getty Images)

In questo calciomercato si è spesso parlato delle valutazioni eccessive di alcuni giocatori. Tra gli acquisti più discussi, c’è stato quello di Alessio Romagnoli. Il Milan lo ha pagato 25 milioni di euro alla Roma e Adriano Galliani dopo parecchi tira e molla è riuscito a regalarlo a Sinisa Mihajlovic che lo aveva allenato alla Sampdoria, che dunque conosceva bene le sue potenzialità. Romagnoli era stato cercato anche dal Napoli che, dopo aver appreso dal calciatore che la volontà era quella di andare al Milan, ha cercato Nikola Maksimovic. Il difensore classe ’91 era anche stato accostato al Milan, ma i partenopei sembravano più decisi. L’offerta fatta da Aurelio De Laurentis, circa 13 milioni, non soddisfava le richieste del Toro.

 

Alla fine Maksimovic è rimasto al Torino, soprattutto a causa della valutazione di oltre 20 milioni fatta da Cairo. Purtroppo in giornata il difensore ha subito un grave infortunio in allenamento con la Serbia: frattura del quinto metatarso del piede sinistro. Duro colpo per il difensore che sarà costretto a stare fuori dal campo, secondo i primi controlli medici, per circa 2 mesi. Quest’oggi proprio Urbano Cairo ha spiegato ai colleghi di Radio Sportiva il perché di una valutazione così alta per il calciatore: “Tenuto conto del prezzo che ha pagato il Milan per un ottimo giocatore come Romagnoli, ho fissato anche io un prezzo molto simile per il nostro difensore che non ritengo inferiore al rossonero”.

 

Giacomo Giuffrida (profilo Facebook) – Redazione MilanLive.it