Amadou Diawara
Amadou Diawara (Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Il Milan lavora costantemente sul mercato. L’obiettivo principale è quello di rinforzare il centrocampo, e con i possibili addii di de Jong e Montolivo potrebbe esserci una vera e propria rivoluzione. Nei piani di Adriano Galliani non c’è solo Franco Vazquez, ma anche Axel Witsel e Stefano Sensi. A questi, però, sembra essersi aggiunto anche il giovanissimo Amadou Diawara del Bologna. Lanciato da Delio Rossi, sembra già pronto per un possibile salto di qualità. Classe 1997, è un mediano dalle grandi qualità tattiche oltre che tecniche. Per diversi addetti ai lavori si tratta di un predestinato, e l’interesse di grandi club italiani e non solo lo conferma.

 

Calciomercato Milan, Nocerino per Diawara?

Secondo quanto riportato dall’esperto di mercato Gianluca di Marzio sul proprio sito ufficiale, ci sarebbe dunque anche il Milan fra le tanti pretendenti a Diawara. La concorrenza, infatti, è foltissima: e fra i club interessati c’è anche il Chelsea, che sarebbe in pole position visto un pre-accordo raggiunto dall’agente del giocatore con Pini Zahavi, uomo di fiducia di Roman Abramovich.

Ma il Milan c’è, e c’è anche la Juventus: i due club sarebbero pronti ad offrire al Bologna cash più contropartite tecniche. E i rossoneri potrebbero avere una sorta di vantaggio: qualche tempo fa, Galliani ha parlato con la società rossoblu di possibili affari. Secondo il Corriere dello Sport, Roberto Donadoni, neo tecnico del Bologna, vuole Antonio Nocerino (in scadenza di contratto nel 2016), senza dimenticare José Mauri. Entrambi con lui anche a Parma.

Un vero e proprio intrigo intorno al centrocampista guineano, che ha attirato l’attenzione di questi club grazie alle ottime prestazioni fornite in questo inizio di stagione. A 18 anni, è incredibile la sua tranquillità nella gestione del gioco: “A me piace giocare, quando sono in campo mi diverto e mi rilasso”, ha detto ai microfoni del Corriere di Bologna. “In futuro mi piacerebbe giocare una finale di Champions League. Mi cercano perché ho lavorato bene e i frutti si vedono. Devo migliorare ancora”.

 

Redazione MilanLive.it