Paulo Dybala
Il gol di Paulo Dybala (Getty Images)

Juventus-Milan è terminata 1-0 per i bianconeri grazie al gol di Paulo Dybala nel secondo tempo. Di seguito tabellino, voti e pagelle della partita.

 

JUVENTUS: Buffon 6; Lichtsteiner 6, Barzagli 6, Chiellini 6, Evra 6 (28′ Alex Sandro 7); Sturaro 6.5, Marchisio 6.5, Pogba 6.5; Hernanes 5.5 (46′ Bonucci 6); Dybala 7, (81′ Morata sv), Mandzukic 5.5. A disposizione: Neto, Rubinho, Rugani, Lemina, Cuadrado, Vitale, Zaza. Allenatore: Massimiliano Allegri 7

MILAN: Donnarumma 6.5; Abate 5.5, Alex 6, Romagnoli 6.5, Antonelli 5; Kucka 6.5 (74′ Luiz Adriano sv), Montolivo 5, Bonaventura 6+; Cerci 5+, Bacca 5.5, Niang 6 (84′ Honda sv). A disposizione: Abbiati, Livieri (97), De Sciglio, Mexes, Zapata, Calabria, Mauri, Nocerino, Poli, Suso. Allenatore: Sinisa Mihajlovic 5

Reti: 66′ Dybala

Ammonizioni: Sturaro, Lichsteiner (J), Kucka, Alex (M)

 

Juventus-Milan: le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6.5: esame superato per Gigio, che anche a Torino mostra la sua personalità e compie interventi praticamente sempre sicuri. Sul gol non può niente. Un test ottimo di fronte al suo idolo Buffon. E’ una delle poche certezze di questo Milan deludente.

Abate 5: non sale mai in fase offensiva e con l’ingresso di Alex Sandro nei bianconeri va in enorme difficoltà non riuscendo ad arginare il brasiliano.

Alex 6-: la sua partita non sarebbe negativa, anzi, ma nell’occasione del gol d Dybala lascia smarcato l’attaccante juventino e tale errore pesa un po’ sul voto.

Romagnoli 6.5: positiva la gara disputata dall’ex Roma, che non si fa mai superare e guida abbastanza bene il reparto. Il suo rendimento è in crescita. Ricordiamoci che ha 20 anni. Tanta personalità, ma non può fare miracoli se i compagni non lo assistono.

Antonelli 5+: anche lui come Abate non si vede mai in proiezione offensiva e dietro fatica, anche se meno del collega della fascia destra.

Kucka 6.5: un leone a centrocampo, ingaggia un duello fisico con Pogba e non sfigura. Corre tanto e ruba diversi palloni, pecca quando arriva nei pressi dell’area perché è poco lucido.

Montolivo 5: dovrebbe dettare i ritmi, ma non vi riesce. Da capitano dovrebbe essere un trascinatore, soprattutto dopo il gol di Dybala ma non si vede. Davvero male oggi, sia in fase di interdizione che di costruzione.

Bonaventura 6+: è uno dei pochi a regalare qualche spunto in fase offensiva e l’ultimo ad arrendersi. Una garanzia per impegno e sacrificio. Ma anche a lui non si possono chiedere miracoli. La sua presenza in formazione si conferma comunque fondamentale.

Cerci 5+: va a sprazzi, forza alcune giocate e si rende pericoloso di rado. Fa l’unico tiro in porta della squadra nel finale, ma la sua prestazione non si può giudicare positivamente.

Bacca 5.5: cosa possiamo chiedere al brasiliano se non riceve palloni decenti? Alcuni potrebbe gestirli meglio, ma non possiamo addossargli colpe.

Niang 6: meglio in fase difensiva, dove copre molto sulla fascia sinistra su Lichsteiner, che in quella offensiva, dove invece è un po’ più confusionario e impreciso. Non è ancora al 100%, ma lancia segnali buoni per il futuro.

Mihajlovic 5: la sua squadra non mostra ancora il suo carattere. Non vediamo giocatori che sputano sangue per trovare il pareggio dopo l’1-0 bianconero. Ci si aspettava di più.

 

Redazione MilanLive.it