berlusconi san siro
Silvio Berlusconi (Getty Images)

Torna a tirare un’aria pesante in quel di Milanello; la squadra rossonera è uscita sconfitta, senza dare segnali di battaglia o di competitività, dalla sfida contro la Juventus. Una rivale per la lotta all’Europa che conta, persa senza cercare quanto meno una reazione o nuovi stimoli nell’arco di tutti i 90′. Il Corriere dello Sport di oggi parla del silenzio rumoroso di Silvio Berlusconi, che ha preferito non commentare il k.o. di sabato dando l’impressione evidente di essere piuttosto scontento.

 

Il Cavaliere ieri ha ammesso: “Chi vince parla, chi perde…sta zitto!” annunciando un silenzio che sa di amarezza e delusione per un Milan che nel giro di due giornate di campionato è ripiombato nel baratro di errori madornali e prestazioni insufficienti, con il rischio di un’altra annata anonima e infelice. Ciò che Berlusconi non sopporta è il modo di (non) giocare della sua squadra, prevedibile e poco coraggiosa, quasi automaticamente priva del possesso palla e abile solo a giocare in ripartenza.

 

Sinisa Mihajlovic torna dunque in bilico, nonostante nessuno in società abbia mosso accuse nei suoi confronti dopo il pari scialbo con l’Atalanta e lo 0-1 dello Stadium. Ma ci si aspettava di più dopo la serie positiva di fine ottobre, che ha visto il Milan risalire la classifica e tornare a riveder le stelle. Ora anche la Juventus, l’unica big che gli era rimasta alle spalle, sembra aver preso il largo superando i rossoneri con la vittoria dello scontro diretto. Urge un nuovo ciclo di risultati positivi per tornare a far sorridere Berlusconi e compagnia.

 

Redazione MilanLive.it