La curva del Crotone (Getty Images)
La curva del Crotone (Getty Images)

Si è da poco conclusa la sfida tra Milan e Crotone valida per il 4° turno di Coppa Italia. A passare il turno sono stati i rossoneri che hanno avuto la meglio della squadra calabrese solo durante i tempi supplementari. Nei 90 minuti regolamentare era finita 1-1. Nell’extra time a decidere è stata una magia su punizione di Giacomo Bonaventura. Sul finale di tempo, al 117′ arriva il gol di M’Baye Niang.
Il Milan affronterà agli ottavi di finale la Sampdoria!

Marcatori: 47′ Luiz Adriano (ass. Poli); 68′ Budimir; 105′ Bonaventura; 117′ Niang (ass. Montolivo)

Ammoniti: José Mauri, Balasa, Luiz Adriano.

Espulsi: /

UOMO PARTITA MILANLIVE: Giacomo Bonaventura !!

 

MILAN: Abbiati 5,5; Calabria 5, Mexes 5,5, Zapata 4, De Sciglio 5; Poli 5, J.Mauri 4,5 (Dal 100′ Montolivo 6), Nocerino 5 (Dal 70′ Bonaventura 7);

Suso 4 (Dal 70′ Niang 6), Luiz Adriano 6, Honda 4,5.

Allenatore: Sinisa Mihajlovic 6

A disposizione: Livieri, Donnarumma, Abate, De Santis, Romagnoli, Crociata, Locatelli, Montolivo, Bonaventura, Niang, Bacca, Hamadi.

 

CROTONE: Cordaz 6; Yao 6, Cremonesi 6, Ferrari 6; Balasa 6, Barberis 6, Paro, Martella 7;

De Giorgio 6, Palladino s.v. (Dal 33′ Budimir 7), Torromino 6+ (Dal 66′ Stoian 6).

Allenatore: Ivan Juric 6

A disposizione. Festa, Maniero, Bruno, Claiton, Galli, Zampano, Sabbione, Capezzi, Tounkara, Ricci, Stoian, Budimir, Firenze.

  • Le pagelle del Milan

Abbiati 6: esordio stagionale per lo storico portiere rossonero. Impegnato in un paio di occasioni dagli ospiti, l’estremo difensore ha risposto bene. Sul gol del pareggio di Budimir può fare ben poco.

Calabria 5: in difficoltà nel primo tempo in entrambe le fasi di gioco.

Zapata 4: sbaglia in un paio di volte l’anticipo concedendo spazi importanti agli avversari. Concede il gol del pareggio a Budimer con quest’ultimo autore di un dribbling con pallone sotto le gambe del colombiano. Difensore rossonero che si lascia sfuggire ancora l’attaccante avversario, ma riesce a fermarlo a pochi passi dal gol rischiando anche il calcio di rigore.

Mexes 5: spesso si ritrova a fare il regista visto il poco movimento in mezzo al campo di José Mauri. Salva durante il primo tempo una clamorosa occasione da gol creata dagli ospiti.

De Sciglio 5: primo tempo in cui è piuttosto assente nelle due fasi di gioco. Secondo tempo in crescita, ma nulla di eccezionale.

Poli 5: troppo confusionario e lento nella prima frazione di gioco in fase di costruzione. Nella ripresa non migliora la sua prestazione.

Josè Mauri 4,5: troppo spesso si nasconde dietro gli attaccanti avversari e non aiuta i compagni di squadra a creare azioni pericolose. Prova in un paio di occasioni il tiro da fuori, ma il risultato è da dimenticare.
Dal 100′ Montolivo 6.

Nocerino 5: partita per nulla indimenticabile per il centrocampista rossonero. Pochi i palloni giocati, nessuna occasione da gol creata.

Dal 70′ Bonaventura 7: se non ci fosse stato lui, questa sera forse staremmo raccontando una clamorosa disfatta del Milan contro il Crotone. E’ lui che al minuto 105 del primo tempo supplementare, mette la sua firma nel match siglando una punizione magica sotto l’angolino al limite dell’area di rigore.

Suso 4: ben 3 volte si accentra e prova il sinistro da fuori, ma non trova la porta. Sul finire del primo tempo invece ci prova con il destro e impensierisce l’estremo difensore avversario. Nella ripresa il tecnico gli concede 25 minuti e dopo aver visto che nulla è cambiato in meglio rispetto al primo tempo, lo sostistuisce.

Dal 70′ Niang 6: nervoso in alcuni frangenti di gioco. Troppo spesso viene servito spalle alla porta e non riesce ad avere la meglio degli avversari. Trova il gol sul finale del secondo tempo supplementare con un tap-in facile facile su assist di Bonaventura.

Honda 4,5: largo a sinistra il suo apporto alla manovra è praticamente inesistente. Nella ripresa si sposta sull’altra fascia e gioca esterno nel 4-4-2, ma la qualità della sua prestazione non migliora affatto.

Luiz Adriano 6: trova il gol dopo pochi minuti del secondo tempo saltando il portiere e insaccando in rete. Gol a parte, il brasiliano si batte con la difesa avversaria ma in poche volte riesce ad avere la meglio. Sul finale dei tempi supplementari, ha ancora la forza di pressare gli avversari. Peccato che i compagni lo abbiano servito poco e male nel corso del match.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it