luiz adriano
Luiz Adriano e Ferrari (Getty Images)

Non potevano che essere bassi ed insipidi i voti assegnati oggi dalla Gazzetta dello Sport alla prova del Milan due, ovvero la squadra imbottita di riserve ed esuberi schierata contro il Crotone dal tecnico Sinisa Mihajlovic. Gli ottavi di Coppa Italia vengono comunque conquistati grazie all’ingresso in campo decisivo di alcuni big, come Jack Bonaventura o M’Baye Niang, ma nei tempi regolamentari si è vista una formazione inedita e sconclusionata.

In pochi i rossoneri a salvarsi dalla debacle, come Luiz Adriano autore dello splendido gol del momentaneo 1-0, imbeccato da un altro promosso come Andrea Poli, capace di portare la croce nel deserto di idee e soluzioni. Malissimo tutti i difensori, presi di infilata senza troppi problemi dal tandem Budimir-Torromino più volte. Bocciati anche i due fantasisti Suso e Keisuke Honda, poco pericolosi e mai in partita, soprattutto il giapponese lontano parente dal leader della propria Nazionale capace di esaltarsi e segnare a raffica.

pagelle milan crotone
le pagelle della Gazzetta dello Sport

 

Redazione MilanLive.it