Hernan Crespo (Getty Images)
Hernan Crespo (Getty Images)

Nei cuori dei tifosi rossoneri c’è anche un piccolo spazio riservato a Hernan Crespo. Attaccante puro, bomber di razza: autore di una doppietta in quella maledetta finale di Istanbul. Uno dei pochi calciatori al mondo che riesce a mettere d’accordo tifosi milanisti e interisti, visto il suo importante trascorso in nerazzurro. Attualmente, dopo aver appeso gli scarpini al chiodo, è l’allenatore del Modena: non se la sta passando per il meglio, vista la pericolosissima posizione in classifica.

In un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, Crespo ha parlato degli attaccanti più forti di sempre. Nessun dubbio sul migliore in assoluto: “Marco van Basten. Faceva tutto: dribbling, tiro, colpo di testa, acrobazia. E giocava con la squadra e per la squadra. Io sono cresciuto con il suo poster appeso dietro al letto della mia cameretta. Poi, da argentino, stravedevo per Romario. In area di rigore era velenoso come un serpente, persino più bravo di Van Basten, ma poi gli mancavano altre qualità che l’olandese possedeva”.

 

Redazione MilanLive.it