Adriano Galliani
Adriano Galliani (©Getty Images)

Nella serata dedicata alla festa per il settore giovanile del Milan non poteva mancare un intervento da parte di Adriano Galliani. L’amministratore delegato del club di via Aldo Rossi ha rilasciato le seguenti dichiarazioni rivolgendosi al pubblico presente e nello specifico ai giovani del vivaio rossonero: “La festa del settore giovanile è la più importante che fa il Milan – riporta il sito ufficiale acmilan.com -. Siete la linfa vitale della società che arriva alla prima squadra. Voglio ringraziare anche i genitori. Voi ragazzini state facendo più di tutti. State facendo una vita complessa con tanti impegni. Sono sicuro che quello che avrete fatto in questi anni con questi sacrifici accompagnati dalle vostre famiglie servirà molto. Siete bellissimi, abbiamo dei colori bellissimi, restiamo il club che ha vinto più di tutti e torneremo a vincere. Un grazie affettuoso e caldo a tutti voi e alle famiglie di tutti voi, Buon Natale.

Galliani si è dunque concentrato sul settore giovanile, ovviamente, elogiando il lavoro di tutti e sottolineando l’importanza che tutto ciò ha per la prima squadra. Non dimentichiamo che nella rosa di Sinisa Mihajlovic militano giovani come Mattia De Sciglio, Davide Calabria e Gianluigi Donnarumma che provengono dal vivaio del Milan. Il prossimo in rampa di lancio sembra essere Manuel Locatelli, centrocampista della Primavera di Cristian Brocchi. L’obiettivo della società è avere una colonna portante composta da elementi provenienti dalle proprie giovanili in futuro.

Adriano Galliani: ecco tutte le sue dichiarazioni!

L’a.d. rossonero torna a parlare in maniera più approfondita delle parole riferite da Paolo Maldini: “Nel calcio c’è una regola che quando i risultati non sono ottimali arrivano le critiche, ma io sono allenato sia ai complimenti che alle critiche, fa parte della vita. Ho riletto le frasi di Maldini attentamente e non ho trovato nulla di cattivo nelle sue parole. Non trovo motivo di essere arrabbiato con lui. Mi è spiaciuto non ci sia stato oggi, l’avrei salutato con l’affetto con cui ho salutato tutti gli altri”.

Su Carlos Bacca: “Era nel giorno libero, come tutti gli altri, sapevamo che era a Siviglia. Si cerca la polemica anche dove non c’è. Conosco anche io i suoi numeri in Europa, Bacca è un grande giocatore ed un campione, i bomber si devono sbloccare e i gol torneranno. Credo che alla fine dell’anno farà i suoi gol, ha fatto 50 gol negli ultimi due anni ed è per questo che è stato acquistato. Carlos è un giocatore molto importante che di questi tempi aveva fatto 11 gol, quello analizzo, non ho la sfera di cristallo. Tornerà a fare gol”.

Sui prossimi impegni del Milan in campionato: “Abbiamo avuto qualche alto e basso, dopo la Lazio è arrivata l’Atalanta, dopo la Sampdoria il Carpi, speriamo che il nuovo anno porti continuità anche se arriviamo da un periodo che come numero di punti non va male ma bisogna migliorare il gioco. Commento quello che succede, nulla di eventuale, i punti che abbiamo lo sappiamo e speriamo che arrivi la partita buona con il Verona”.

Ancora sul settore giovanile: “Ho detto che il settore giovanile è la linfa vitale del Milan, quest’anno sono arrivati in Prima Squadra un ragazzo del ’96 e uno del ’99, Donnarumma e Calabria e speriamo di continuare così e dal settore giovanile possano nascere i futuri campioni del Milan. Cinque giocatori del nostro settore giovanile sono tanti, poi aggiungiamo Matri e sono sei, è molto. Ne aspetto altri in futuro, guardo le foto per capire chi sarà il prossimo”. 

Qualche parola anche sul mercato: “A livello di mercato siamo in 28 giocatori e uno in rampa di lancio che è Boateng, siamo tanti e qualcuno dovrà uscire. Nel calcio è una regola, quando i risultati non sono ottimali arrivano le critiche e bisogna essere allenati a questo. Sguardo al passato, presente e futuro, il settore giovanile ci sta dando grandi soddisfazioni, siamo tornati a 30 anni fa, Costacurta, Evani e gli altri mostri sacri, siamo ancora a metà stagione”.

Su Mario Balotelli e Silvio Berlusconi: “Da oggi Balotelli è in gruppo, vedremo se sarà disponibile da questa domenica o dalla prossima, dovrebbe rientrare prima della pausa natalizia. Venerdì il Presidente Berlusconi sarà a Milanello, io non potrò esserci perchè avremo un’assemblea in lega sui diritti televisivi convocata proprio in concomitanza. Non assisterò all’abbraccio del Presidente con mister Mihajlovic. Dobbiamo rimanere tutti combattivi per riconquistare posizioni in classifica”.

 

Redazione MilanLive.it