Gianni Rivera
Gianni Rivera (©Getty Images)

Gianni Rivera è intervenuto telefonicamente a Milan Channel e ha parlato brevemente dei tanti calciatori italiani presenti nella rosa rossonera: “Fa molto piacere che il club punti sugli italiani, anche se sarebbe bello che come una volta tanti giocatori arrivassero dai vivai dei club”. La storica leggenda del Milan, pallone d’oro nel 1969, ha ribadito già altre volte questo concetto. Lo stesso Silvio Berlusconi parecchi mesi addietro aveva rilanciato la proposta di una rosa interamente italiana. Progetto senza dubbio ambizioso e parecchio difficile da realizzare in quanto negli ultimi anni il calcio italiano ha sfornato ben pochi talenti.

Va sicuramente detto che in un momento di crisi economica come quella che il calcio nostrano sta attraversando negli ultimi anni, sempre più succube delle potenze miliardarie degli sceicchi, puntare sui vivai dovrebbe essere una priorità. Superfluo e ripetitivo ricordare l’esempio del Barcellona. A tal proposito Rivera ammette: “Purtroppo molte le società hanno dimenticato un po’ di puntare sul settore giovanile. Le grandi squadre devono tornare a puntare sui giovani italiani.
E per quanto riguarda questo aspetto, il lavoro delle giovanili del Milan è stato encomiabile. Tanti i calciatori che si sono affacciati o si stanno apprestando a farlo in questi anni in prima squadra. Da Mattia De Sciglio a Davide Calabria, passando per l’ultimo arrivato (ancora 16enne) Gianluigi Donnarumma. La speranza è che questa tendenza possa aumentare nei prossimi anni, magari con l’esplosione di qualche talento anche in attacco.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it